pagina iniziale "arezzo"            le schede            gli aggiornamenti             il postalista
 
  Rassina
di Roberto Monticini


Compartimento amministrativo da cui dipende

nel 1826

nel 1833

nel 1850

abitanti 1833

Arezzo

Arezzo

Arezzo

2.734

NOTE AMMINISTRATIVE E ORGANI DI GOVERNO NEL 1850:
Capoluogo del Comune di Castel Focognano
Ministro del Censo

Entrate di Posta in £ e U.P. dal quale dipende nel 1856

 nel 1853

nel 1854

nel 1855

 nel 1856

u.p.

924

888

965

1.077

Arezzo


NOTE POSTALI:
Dalla I.R. Direzione delle Poste in Arezzo il 13.12.1849:
Dipendente dall’U. Regio di Bibbiena, titolare dell’U.C. di Rassina: Bernardo Poltri, cambia con piego chiuso cinque volte la settimana, paga a fin di mese (in altra annotazione, nel medesimo prospetto: volta per volta), non ha bolli nè registri, ne stampe (in altra annotazione, nel medesimo prospetto: solo i fogli di avviso e ristretti a stampa). Al primo del 1850 questa distribuzione comunitativa corrisponderà ancora col R. Uffizio di Poppi”.
Nella Nota inviata dal Prefetto di Arezzo alla Soprintendenza il 12.11.1850 è ufficio comunitativo dipendente da Arezzo:

epoca della istituzione

movimento delle lettere

RR U.P. con cui corrisponde

a) bollo?
b) Tariffe e regolamenti?

a) spese d’ufficio
b) del distributore
c) del Procaccia

06.10.1845

Da 2.500 a 3000

Arezzo, Bibbiena, Poppi: tutti i giorni escluso sabato

a) no
b) si

a) L. 40
b) L. 160
c ) L. 50 In società con Pieve S.S. e Caprese

Il Consiglio di Castel Focognano scrive alla Direzione di Arezzo il 2.12.1850 perché Rassina non ha bolli. La Direzione di Arezzo rivolge la richiesta alla Soprintendenza Generale che il 21.12.1850 invia la cassetta con: bolli datari, PD e Per Consegna. Spesa per i bolli £ 93.6.8, da rimborsare dal Comune di Castel Focognano.
Nel 1861 è ufficio secondario.


fonti:
da Uffizi di Posta in Toscana (1814-1861) di Sergio Chieppi e Roberto Monticini - Editoriale Olimpia, 2002