pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori
La "grande provincia di Firenze" (1915-1965)
di Alberto Càroli

Abbiamo definito “grande provincia di Firenze” quell'estesa area geografico-amministrativa che fino al 1923 comprendeva le attuali province di Firenze, Pistoia, Prato, il circondario di San Miniato e la Romagna toscana.
Nel 1923 inizia quella revisione amministrativa che comporterà il graduale ridimensionamento dell'estensione territoriale della provincia di Firenze.

Con il Regio decreto n.544 del 4 marzo1923 (fig.1) venne stabilito il distacco del circondario di Rocca San Casciano – costituito dai dodici comuni di Bagno di Romagna, Dovadola, Galeata, Modigliana, Portico e San Benedetto, Premilcuore, Rocca San Casciano, Santa Sofia, Sorbano, Terra del Sole e Castrocaro, Tredozio, Verghereto – che passò dalla provincia di Firenze a quella di Forlì.

Fig. 1 - Regio decreto 4 marzo 1923, n. 544

L'RDL n.2011 del 15 novembre 1925 sancì la soppressione del circondario di San Miniato con aggregazione dei cinque comuni di Castelfranco di Sotto, Montopoli in Val d’Arno, San Miniato, Santa Croce sull’Arno e Santa Maria a Monte alla provincia di Pisa.

Con l'RDL n.1 del 2 gennaio 1927 venne costituita la nuova provincia di Pistoia con i dodici comuni di Agliana, Cutigliano, Lamporecchio, Larciano, Marliana, Montale, Pistoia, Piteglio, Sambuca Pistoiese, San Marcello Pistoiese, Serravalle Pistoiese e Tizzana, staccati dalla provincia di Firenze. Successivamente (RDL n.2 dell’8.1.1928) vennero aggregati alla provincia di Pistoia anche i comuni di Bagni di Montecatini, Buggiano, Massa e Cozzile, Monsummano, Montecatini Val di Nievole, Pescia, Pieve a Nievole, Ponte Buggianese, Uzzano e Vellano, staccati dalla provincia di Lucca. Infine (RDL n.1297 del 14.6.1936) venne costituito il comune di Abetone formato da una zona staccata dal comune di Fiumalbo (MO) e dalla frazione di Boscolungo staccata dal comune di Cutigliano.

Nel 1992 venne infine creata la provincia di Prato riducendo ulteriormente la provincia di Firenze.

I frazionari della provincia di Pistoia vennero attribuiti solo nel 1951: le province create nel 1927 e negli anni successivi ebbero (eccetto Bolzano e Frosinone) un proprio frazionario solo nel 1951. Per quanto riguarda Pistoia, la cui contabilità postale continuò ad essere gestita dalla Direzione Provinciale di Firenze, gli uffici provenienti dalla provincia di Firenze mantennero il proprio frazionario, mentre a quelli poi aggregati da quella di Lucca fu attribuito un nuovo frazionario “fiorentino”, con numeratore 25 (1). Gli uffici postali della provincia di Prato mantengono ancora oggi il frazionario 25..


NOTE:

1) - Da Bagni di Montecatini a Montecatini Terme, in L’Annullo n.183 (ottobre 2011), pag.14.

© www.ilpostalista.it

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori