pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori

torna al musicalista






il musicalista
il personaggio del mese: GIUGNO 2007
ROBERT SCHUMANN

IL PERSONAGGIO

Nato l'8 giugno 1810 a Zwickau, Robert Alexander Schumann è figlio di un ricco libraio ed editore e si accosta giovanissimo alla poesia, alla letteratura e alla musica.

Conclusi gli studi liceali, nel 1828, dopo il suicidio della sorella e la morte del padre, si trasferisce a Lipsia, dove studia pianoforte con Friedrich Wieckla cui figlia Clara, brillante pianista, sposerà nel 1840 dopo una storia sentimentale lungamente osteggiata dal padre di lei.

Costretto ad interrompere una brillante carriera di virtuoso a causa di un infortunio alla mano destra, si dedica maggiormente alla composizione a alla critica, fondando nel 1834 la rivista "Neue Zeitschrift fuer Musik". Grazie a questo periodico Robert conosce il giovane Brahms che diverrà suo intimo amico.

Nel 1843 diviene insegnante di pianoforte al Conservatorio di Lipsia: dopo poco tempo abbandona l'incarico per spostarsi prima a Dresda e poi a Duesseldorf, per lavorare come direttore d'orchestra. Nel 1847 fonda a Dresda il Chorgesangverein (Associazione di canto corale) e nel 1850 diventa direttore di musica e dei concerti sinfonici della città di Düssendorlf, carica che dovrà lasciare nel 1853 per i primi segni di squilibrio mentale.

Soggetto a disturbi nervosi che con il passar del tempo vanno sempre più aggravandosi, nel 1854 Robert Schumann tenta il suicidio gettandosi nel Reno. Il fatto gli comporta il ricovero nella clinica di salute mentale di Endenich, vicino Bonn; qui trascorre i suoi ultimi anni, assistito dalla moglie e dagli amici Brahms e Joseph Joachim, e muore il 29 luglio 1856.

LA MELODIA


Se il sonoro non funziona, clicca qui per scaricare la melodia.

Coltissimo, profondamente legato alla poesia e alle concezioni filosofiche del suo tempo, Schumann subordinò spesso la sua ispirazione musicale a un movente letterario. Compose un'opera, 4 sinfonie, diverse ouverture per orchestra, concerti per piano, per violino, e violoncello, pezzi corali, pianistici e liederistici, ma diede il meglio di sé nelle innumerevoli composizioni brevi per pianoforte ("Carnaval", 1835; "Kinderszenen", 1838; "Kreisleriana", 1838; "Novellette", 1838) e negli oltre 250 Lieder, tra cui primeggiano i cicli dal titolo "Amore e vita di donna" e "Amor di poeta".

Scelto tra questi brevi pezzi pianistici, Träumerei (Op. 15 No. 7) è il brano che vi proponiamo questo mese.

IL FRANCOBOLLO



Emesso dalle poste tedesche
il 28 luglio 1956

Yvert 108
Dentellato 14