Il postalista > I Corrieri del Mangia > Gli aggiornamenti > Torrita

Torrita
Integrazione della scheda di Torrita - II parte (pag 205)

Nella seconda metà dell'anno 1903 venne adottato il bollo tondo-riquadrato, usato almeno fino al 1912, ma nel frattempo e precisamente nel 1908, Torrita fu uno dei pochi uffici postali della provincia di Siena ad essere fornito anche del bollo tondo provvisorio (TP), che durò fino al 1913, quindi per quattro anni, cioè dal 1908 al 1912 usò entrambi i bolli, che però non abbiamo mai visto impressi contemporaneamente sullo stesso documento. Del Guller abbiamo rintracciato la prima impronta nel 1914, ma fu molto probabilmente usato prima e non si può escludere che sia coesistito per breve tempo con il TQ e il TP.

TQ 1903                TP 1908

TP 1911                TQ 1911

Guller 1914

Mostriamo anche una cartolina commerciale del 22 Luglio 1902, con il bollino TS e il bollo tondo grande.

Una particolarità di quest'ufficio è l'uso relativamente frequente del bollo DOPO LA PARTENZA; diciamo "relativamente" perché questo bollo che era in dotazione a tutti gli uffici postali, doveva essere impresso, come tutti sanno, sulla corrispondenza gettata in buca o presentata allo sportello dopo l'ultima partenza della giornata, per giustificare l'arrivo a destinazione con un giorno di ritardo rispetto al normale. Però, dato che lo troviamo piuttosto di rado anche sulla corrispondenza di uffici più importanti di Torrita, è da ritenere che questa norma fosse poco osservata, al contrario di quello che faceva appunto Torrita, che di questi bolli ne ha avuti addirittura tre tipi, cosa del tutto insolita. Li mostriamo qui sotto facendo notare che il bollo tondo nella seconda cartolina è del 27 GIU 1903, quindi uno degli ultimi impressi.

Conosciamo anche il VERIFICATO , già segnalato1 e un lineare, impresso in viola.



1) "Il Monitore della Toscana" Anno IV - n 78, Novembre 2008


  Il postalista > I Corrieri del Mangia > Gli aggiornamenti > Torrita