Torna alla Posta Militare

Torna alle Brigate di fanteria

 

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori
Brigata Bari
di Giuseppe Marchese
Cartolina reggimentale nuova del 139° Reggimento della Brigata Bari emessa nel 1916 nell’anniversario della costituzione del Reggimento
Cartolina reggimentale del 139° Reggimento della Brigata Bari con la raffigurazione dell’azione della Brigata per la conquista delle trincee di San Martino, nel novembre 1915


Costituita nel marzo 1915, con i Reggimenti dipendenti 139° 140°.
Sciolta nel luglio 1920.

Fatti d’arme:
1915 – Nel giugno si disloca al fronte e il 21 luglio tra il vallone di Gradisca e Sdraussina. Il 25 luglio partecipa alla difesa del San Michele. Il 21 ottobre attacchi sul San Michele e San Martino.
1916 – Il 12 aprile sul Monte Sabotino e dall’8 giugno al 12 luglio Val Cismon. Dal 10 ottobre al 1 novembre inviata sul Carso, Vallone Jamiano conquistato dopo una lotta di tre giorni.
1917 – Il 20 maggio si sposta sulla fronte dell’Isonzo e dal 26 al 27 maggio riesce a conquistare alcune posizioni. Il 18 agosto scontri sul Selo e dal 18 al 28 agosto Stari Lokva, Voiscizza
1918 – Il 14 gennaio Monte Asolone e dal 15 giugno sul Piave. Dal 24 al 25 ottobre conquista Col della Beretta.

CAMPAGNE DI GUERRA E FATTI D’ARME - PRIMA MONDIALE (1915-18)

1915: il 12 giugno la Brigata Bari è dislocata fra Terenzano - Campoformido – Coloredo del Prato e il 21 luglio si schiera tra il vallone di Gradisca e le filande di Sdraussina. Il 23 e il 24 partecipa alla difesa della zona violentemente attaccata dal nemico e, successivamente, Il 25 e il 26 concorre alle operazioni
di carattere dimostrativo condotte contro Bosco Cappuccio e Monte San Michele. Il 27 luglio la brigata passa in riserva. il 26 agosto è di nuovo i n linea nel settore di San Martino del Carso e da queste posizioni il 21 ottobre attacca le alture del San Michele e San Martino, ma dopo quattro giorni di dura lotta è costretta a desistere a causa delle forti perdite subite. Passata i n riserva divisionale per riordinarsi, ritorna in linea sulle stesse posizioni Il 2 novembre. Il 4 novembre riprende l'azione interrotta il mese precedente e riesce ad occupare le trincee del San Martino, resistendo poi, il 5 e il 6, ai violenti contrattacchi nemici.

Dal 21 al 27 luglio Vallone est casello ferroviario 46 – Filanda Sdraussina – S. Michele – quota 170
Dal 26 agosto al 25 ottobre settore S. Martino del Carso – Conca bosco Lancia – Bosco triangolare – Bosco Cappuccio
Dal 28 ottobre all’8 novembre settore S. Martino del Carso – bosco lancia, Bosco triangolare – Bosco Cappuccio.

1916: dopo un lungo periodo di riposo e di addestramento, raggiunge la zona d'operazione Il 26 marzo e il 12 aprile si schiera i n prima linea nel settore del Monte Sabotino. il 29 aprile elementi della brigata con una riuscita azione occupano alcune importanti posizioni nemiche fortemente contese nei mesi precedenti. Il 31 maggio si sposta verso la fronte trentina e si schiera fra Giarabassa e Bolzonella. L'8 giugno è attestata i n Val Cismon e da queste posizioni è chiamata ad arginare e quindi a bloccare pericolose infiltrazioni nemiche in Val Frenzela. Dal 16 giugno partecipa ad una controffensiva nella stessa zona, durante la quale, malgrado i sanguinosi e duri combattimenti sostenuti quasi ininterrottamente fino al 12 luglio, la brigata riesce solo parzialmente a raggiungere gli obiettivi assegnati tra cui M. Fiara. Subito dopo viene inviata nelle retrovie a causa delle forti perdite subite per essere riordinata. il 20 agosto ritorna in linea, prima su Monte Palombara e il 5 settembre sul basso Isonzo. Il 10 ottobre partecipa sul Carso a tentativi di conquista delle posizioni di Jamaiano che, non riusciti dopo tre giorni di dura lotta, vengono effettuati nuovamente il 1 novembre fino a che la località cade nelle mani della brigata.

Dal 12 aprile al 15 maggio settore Monte Sabotino quote 513, 325, 254 – massi rocciosi
Dal 16 giugno all’11 luglio Val Franzela (Buso) – Costa Alta – pinna della Marcesina (sud strada carrozzabile Marcesina) – Bosco dei laghetti – Busa della Vedova – Bosco Pilone 7 – Malga Mandrello – Malga Fiara – Roccolo Cimon – Val di Nos – Cosara Zebio
Dal 20 agosto al 5 settembre Monte Colombara
Dal 27 settembre al 20 novembre Debeli Vrb – Quota 144

1917: dal gennaio all'aprile svolge il servizio di linea sulla fronte del Debeli Vrh e sul Cosich. Il 20 maggio si sposta sulla fronte dell'Isonzo e si schiera versò-Saliceto, fra Ferleti e Bonetti. Da queste posizioni il 26 e 27 maggio porta l'attacco in direzione di Selo e riesce ad impadronirsi di importanti posizioni; nei giorni successivi, dal 4 al 6 giugno, passata in difensiva, difende le posizioni conquistate resistendo ai forti contrattacchi nemici. Avviata nelle retrovie per riordinarsi, dopo un breve periodo di riposo, il 23 giugno è di nuovo in linea sulle stesse posizioni. Il 18 agosto, ripresa l'azione offensiva sulla fronte Isonzo- Carso, partecipa alle operazioni per la conquista di Sele, Stari Lokva e Voiscizza, puntando verso Bresovizza e il vallone Jamiano, obiettivi che raggiunge dopo aspri e accaniti combattimenti il 22 agosto. In ottobre, iniziatasi l'offensiva austro - tedesca e prodottosi in altra zona l'arretramento del fronte, la brigata il 28 è costretta ad abbandonare le posizioni occupate per assumere il compito di retroguardia al ripiegamento della 61^ Divisione.
Esaurito il compito ripiega per Doberdò, Ronchi e Turriaco oltre l'Isonzo e verso il Tagliamento. Il 30 raggiunge Latisana ove resta schierata fino al 4 novembre dopo di che con un successivo balzo il 6 si porta sul Piave a San Dona di Piave. Schierata nella zona a cavaliere delle due sponde del fiume per consentire il passaggio delle truppe in ripiegamento, contrasta efficacemente il 13 novembre i numerosi tentativi di infiltrazione nemica nella zona di Grisolera e Castellazza.

Dal 2 al 20 gennaio Debeli Vrh – quota 144 – Monte Cosich
Dal 3 al 21 marzo Debeli Vrh – quota 144 – Monte Cosich
Dal 26 maggio all’8 giugno Settore di Jamiano – quote238, 235, 249, 244.
Dal 23 giugno al 18 luglio Settore di Doberdò – Vallone Bonetti – quote 208 sud – 241
Dal 14 al 24 agosto Settore di Jamiano – quota 219 – Costone meridionale Vallone Jamiano – Komarje – Brestovizza – Selo – Caposaldo quota 50.
Dal 7 al 23 settembre Doberdò – Crni Brih – Quota 208 sud – “Valletta Bari” – quota 192
Dal 3 al 26 ottobre zona di Bonetti – quota 208 sud – Crni Hrib
Dal 27 ottobre al 3 dicembre – operazioni di ripiegamento Vermegliano – Ronchi – Turriaco – Scodovacca – S. Giorgio di Nogaro – Latisana – Tagliamento (fra Ponte della rotabile e Casaredo) – Piave (dal ponte della rotabile di S. Donà di Piave fino a Grisolera e la Castellana – Cima Bressanin – Cima Pirami – Piave vecchio – Porto del Taglio – Paludello – Chiesanuova.
Dal 30 al 31 dicembre Monte Asolone – Osteria il Lepre.

1918: schierata sulla fronte del Monte Asolone, il 14 gennaio partecipa all'azione per la conquista di alcune importanti posizioni sulle pendici del monte che vengono poi, il giorno successivo, tenacemente difese dal ritorno offensivo nemico. In marzo si schiera lungo la linea Col Moschin - Regione Nosellari e da queste posizioni partecipa alla battaglia difensiva iniziata Il 15 giugno sul Piave. Parziali infiltrazioni
nemiche sulla selletta di Monte Asolone e ad Osteria il Lepre vengono prima controllate e successivamente eliminate in seguito a contrattacchi portati dalle unità della brigata il 23, 24 e 25 giugno. L'offensiva finale trova la Brigata Bari impegnata in combattimenti offensivi che la portano, a seguito di sanguinose azioni durate il 24 e 25 ottobre, alla conquista di Col della Berretta. Le forti perdite subite però costringono la brigata ad abbandonare la linea. Il 3 novembre un battaglione della brigata, costituito con elementi scelti dei due reggimenti, viene inviato ad operare in Val Sugana.

Dal 1° al 28 gennaio Monte Asolone – Osteria il Lepre
Dal 3 al 17 marzo Col Moschin – Regione Monte Nosellari – Col Fenicol – S. Giovanni – Col Fagheron – Col Ramiero – quota 1239 – Capitello – quota 1139 – Col del Gallo – Col Campeggia
Dal 2 aprile al 17 maggio Monte Asolone – Regione Monte Nosellari – Col Moschin – Col Fenilon
Dal 1° al 26 giugno Monte Asolone – quota 1520 – “linea bianca” – Col Spazioli – S. Giovanni – Val S. Lorenzo – “costone delle mitragliatrici – quote 1478 e 1421.
Dal 7 al 23 luglio Monte Asolone – quote 1421 1461 – Col Spazzioli – osteria il lepre – “Costone Basilicata
Dal 18 settembre all’11 ottobre Monte Asolone – “linea Bianca” – “linea Alba” – “Costone Basilicata” – osteria il lepre – Val S. Lorenzo

Post prima guerra – Zone Occupazione
Con la 18^ Divisione, IX Corpo d’Armata, presidia la zona da Codroipo a Palmanova dal 15 novembre 1918 al 30 marzo 1919. Con la 66^ Divisione dal 22.4.19 al 7.10.19 presidia la Dalmazia.

SERVIZI PRESTATI
IN LINEA IN ZONA DI RIPOSO (lavoro, trasferimenti, altro)

Anno 1915
Dal 21 al 27 luglio Vallone est casello ferroviario 46 – Filanda Sdraussina – S. Michele – quota 170
Dal 26 agosto al 25 ottobre settore S. Martino del Carso – Conca bosco Lancia – Bosco triangolare – Bosco Cappuccio
Dal 28 ottobre all’8 novembre settore S. Martino del Carso – bosco lancia, Bosco triangolare – Bosco Cappuccio.

Anno 1916
Dal 12 aprile al 15 maggio settore Monte Sabotino quote 513, 325, 254 – massi rocciosi
Dal 16 giugno all’11 luglio Val Franzela (Buso) – Costa Alta – pinna della Marcesina (sud strada carrozzabile Marcesina) – Bosco dei laghetti – Busa della Vedova – Bosco Pilone 7 – Malga Mandrello – Malga Fiara – Roccolo Cimon – Val di Nos – Cosara Zebio
Dal 20 agosto al 5 settembre Monte Colombara
Dal 27 settembre al 20 novembre Debeli Vrb – Quota 144

Anno 1917
Dal 2 al 20 gennaio Debeli Vrh – quota 144 – Monte Cosich
Dal 3 al 21 marzo Debeli Vrh – quota 144 – Monte Cosich
Dal 26 maggio all’8 giugno Settore di Jamiano – quote238, 235, 249, 244.
Dal 23 giugno al 18 luglio Settore di Doberdò – Vallone Bonetti – quote 208 sud – 241
Dal 14 al 24 agosto Settore di Jamiano – quota 219 – Costone meridionale Vallone Jamiano – Komarje – Brestovizza – Selo – Caposaldo quota 50.
Dal 7 al 23 settembre Doberdò – Crni Brih – Quota 208 sud – “Valletta Bari” – quota 192
Dal 3 al 26 ottobre zona di Bonetti – quota 208 sud – Crni Hrib
Dal 27 ottobre al 3 dicembre – operazioni di ripiegamento Vermegliano – Ronchi – Turriaco – Scodovacca – S. Giorgio di Nogaro – Latisana – Tagliamento (fra Ponte della rotabile e Casaredo) – Piave (dal ponte della rotabile di S. Donà di Piave fino a Grisolera e la Castellana – Cima Bressanin – Cima Pirami – Piave vecchio – Porto del Taglio – Paludello – Chiesanuova.
Dal 30 al 31 dicembre Monte Asolone – Osteria il Lepre.

Anno 1918
Dal 1° al 28 gennaio Monte Asolone – Osteria il Lepre
Dal 3 al 17 marzo Col Moschin – Regione Monte Nosellari – Col Fenicol – S. Giovanni – Col Fagheron – Col Ramiero – quota 1239 – Capitello – quota 1139 – Col del Gallo – Col Campeggia
Dal 2 aprile al 17 maggio Monte Asolone – Regione Monte Nosellari – Col Moschin – Col Fenilon
Dal 1° al 26 giugno Monte Asolone – quota 1520 – “linea bianca” – Col Spazioli – S. Giovanni – Val S. Lorenzo – “costone delle mitragliatrici – quote 1478 e 1421.
Dal 7 al 23 luglio Monte Asolone – quote 1421 1461 – Col Spazzioli – osteria il lepre – “Costone Basilicata
Dal 18 settembre all’11 ottobre Monte Asolone – “linea Bianca” – “linea Alba” – “Costone Basilicata” – osteria il lepre – Val S. Lorenzo

Anno 1915
Dal 24 maggio al 20 luglio Bari, Taranto, Lecce. Trasferimento Udine – Terenzano – Borgnano – Ruda
Dal 28 luglio al 25 agosto Villesse – Ruda – Scodovacca – S. Nicolò – Mariano – Fratta
Dal 26 al 27 ottobre zona di Versa – Medea
Dal 9 novembre al 31 dicembre Visco – S. Vito al Torre, Sevegliano – Ontagnano – Felettis, Privano.

Anno 1916
Dal 1° gennaio all’11 Aprile Visco – S. Vito al Torre – Sevegliano – Ontagnano – Felettis – Privano – Medara – Blesivo.
Dal 16 maggio al 15 giugno Dobra – S. Andrat. Trasferimento Remenzacco – Pasian Schiavonesco – Castelfranco Veneto – Cittadella – Giurabassa – Bolzonella – Cismon – Primolano – Enego
Dal 12 luglio al 19 agosto Casera Campomulo – Roccolo Sbarbatal – Fontana dei 3 pali – Fontanello Stincar – Malga Pastori – Campo Spa
Dal 6 al 26 settembre Campo Spa – Campo Filone – Bassano. Trasferimento Palmanova – S. Maria la Longa – S. Stefano – Ronchi – Begliana – Ariis.
Dal 21 novembre al 31 dicembre Terzo – Colussa – Isola Morosini

Anno 1917
1° gennaio Terzo – Colussa – Isola Morosini
Dal 21 gennaio al 2 marzo S. Lorenzo – Aquileia – Monastero – Ronchi – Pieris – Ariis
Dal 22 marzo al 25 maggio Aquileia – S. Stefano – Monastero – Palazzolo dello Stella – Muzzano del Turgnano – Pocenia – Saciletto – Fogliano – Polazzo – Ferleti
Dal 9 al 22 giugno Mortegliano – Talmasson – Flambro.
Dal 19 luglio al 13 agosto Vermegliano – Mortesins – Armelino
Dal 25 agosto al 6 settembre Redipuglia
Dal 24 settembre al 2 ottobre Vermegliano
Dal 4 al 29 dicembre Canale sul Sile – trasferimento a Bassano

Anno 1918
Dal 29 gennaio al 2 marzo Zona di Bassano
Dal 18 marzo al 1° aprile zona di Bassano – Semonzetto – S. Vito
Dal 18 al 31 maggio Contrada Spin – Felette – Semonzetto
Dal 27 giugno al 6 luglio Contrada Spin – Felette – Semonzetto
Dal 24 luglio al 17 settembre Osteria del Campo – Val Sotta – Contrada Spin – Felette – Merlo
Dal 12 al 22 ottobre Contrada Spin – Felette
Dal 26 ottobre al 4 novembre Regione di Monte La Gusella – Bassano.

 

LA POSTA MILITARE ADOPERATA DURANTE LA 1^ GUERRA

DIPENDENZA

DATE

POSTA MILITARE

28^ DIVISIONE

24.5.15 – 11.7.15

Posta Militare 28^ Divisione

21^ DIVISIONE

18.7.15 – 29.7.15

Posta Militare 21^ Divisione

28^ DIVISIONE

18.9.15 – 26.3.16

Posta Militare 28^ Divisione

4^ DIVISIONE

12.4.16 – 22.6.16

Posta Militare 4^ Divisione

28^ DIVISIONE (1)

17.5.16

Posta Militare 28^ Divisione

XX CORPO D’ARMATA

21.6.16 – 1.7.16

Posta Militare 20° Corpo Armata

4^ DIVISIONE

5.7.16 – 17.8.16

Posta Militare 4^ Divisione

13^ DIVISIONE (T) (2)

8.7.16 – 14.7.16

Posta Militare 13^ Divisione

XX CORPO D’ARMATA

28.7.16 – 14.8.16

Posta Militare 20° Corpo Armata

28^ DIVISIONE

15.8.16 – 27.9.16

Posta Militare 28^ Divisione

16^ DIVISIONE

28.9.16 – 19.1.17 (3)

Posta Militare 16^ Divisione

28^ DIVISIONE

25.1.17 – 9.2.17

Posta Militare 28^ Divisione

16^ DIVISIONE

9.2.17 – 20.3.17

Posta Militare 16^ Divisione

28^ DIVISIONE

21.3.17 – 20.5.17

Posta Militare 28^ Divisione

33^ DIVISIONE

24.5.17 – 29.5.17

Posta Militare 33^ Divisione

61^ DIVISIONE

30.5.17 – 3.12.17

Posta Militare 61^ Divisione

61^ DIVISIONE

30.5.17 – 3.12.17 (4)

Posta Militare 97

61^ DIVISIONE

30.5.17 – 3.12.17 (5)

Posta Militare 61^ Divisione

31^ DIVISIONE (1)

4.6.17 – 15.6.17

Posta Militare 31^ Divisione

4^ DIVISIONE

4.12.17 – 19.12.17

Posta Militare 4^ Divisione

50^ DIVISIONE

18.12.17 – 25.12.17

Posta Militare 50^ Divisione

18^ DIVISIONE

26.12.17 – 30.3.19 (6)

Posta Militare 18^ Divisione

18^ DIVISIONE

26.12.17 – 30.3.19 (7)

Posta Militare 68

66^ DIVISIONE

22.4.19 – 7.10.19 (8)

Posta Militare 122

(1) probabilmente dipendenza tattica.
(2) dipendenza tattica.
(3) Eccetto il periodo dal 20.11.16 al 2.1.1917. Si conosce un bollo della divisione adoperato il 20.12.16.
(4) Bollo adoperato dall’1.8.1917 al 14.11.1917.
(5) Bollo adoperato dal 15.11.1917.
(6) Bollo adoperato fino al 31.1.1918.
(7) Bollo adoperato dall’1.2.1918.
(8) Bollo in uso fino al 20.9.1919.

Cartolina di franchigia spedita da militare del 140° reggimento fanteria della Brigata Bari con annullo della posta militare del 20° Corpo d’Armata in data 19.8.1916. Alla data il militare era dipendente dalla 28^ Divisione, aggregata al XX Corpo d’Armata


Cartolina di franchigia spedita da militare del 139° Reggimento fanteria della Brigata Bari. Annullo della posta militare 68 in data 11.6.18, assegnato alla 18^ Divisione da cui la Brigata dipendeva

Cartolina di franchigia spedita da militare del 140° Reggimento fanteria, Brigata Bari, con annullo della Posta Militare 16^ Divisione in data 21.12.16. Dal 20.11.16 al 2.1.17 non si hanno notizia sulla assegnazione della Brigata. L’uso di questo bollo è interessante per definire la posizione dell’unità

Cartolina illustrata affrancata cent. 5 + cent. 10 soprastampati alla fine della guerra ed utilizzati nelle zone occupate. Annullo della posta militare 68 appena visibile, in data 4.6.19. Questi francobolli vennero adoperati fino all’aprile 19. Dopo quella data potevano essere utilizzati solamente in Dalmazia. Non si hanno notizie sulla dislocazione della Brigata Bari in Dalmazia

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori