INTRODUZIONE            le schede            il postalista
 
  AREZZO N° 1:
Note e corrispondenze
di Roberto Monticini

PERCORSO: Tutte le schede > Uffici di posta nella vecchia e nuova provincia di Arezzo > questa pagina

AGGIORNAMENTO: 10-03-2019

VAI AL > Catalogo dei bolli di AREZZO N° 1

 

Note storico - postali:

Con una istanza che raccolse 230 firme di commercianti ed industriali aretini, il 2 giugno 1903 veniva richiesto al Sindaco di Arezzo di fare richiesta al Ministro delle Poste e Telegrafi per l'apertura di una succursale delle Poste presso la stazione ferroviaria "o nei pressi della medesima ove converge il maggior traffico commerciale ed industriale della Città".

Ringrazio Luigi Armandi per la testimonianza fornita

La stazione di Arezzo era stata inaugurata il 15 marzo 1866, ma nel 1903 l'ufficio postale della città si trovava in Piazza della Badia, per il probabile interessamento del Sindaco di Arezzo a seguito dell'istanza, il 2 ottobre 1903, venne istituita la succursale: Barriera Vittorio Emanuele, è la prima aperta in città e situata dei pressi della stazione ferroviaria.

In effetti nei Bullettini postali del 1903 non troviamo traccia dell'istituzione dell'ufficio, ma nel n. XLVI di quell'anno, viene segnalata l'istituzione dell'ufficio telegrafo, è da ritenere che sia anche la data della sua apertura:

 

Nell’elenco del 1909 è U.P. di 2ª classe, in quello del 1913 è Ricevitoria di 1ª classe, assume il frazionario 4-4, dal 1° gennaio 1931 assume la denominazione di Arezzo N° 1 – Via dell’Anfiteatro (RPT 3/1931), per poi cambiarla nel 1937 (RPT 8/1937) in Arezzo N. 1 – Corso Vittorio Emanuele, nell'elenco del 1954 la troviamo con la denominazione Arezzo n° 1 - Via della Società Operaia, successivamente Arezzo N° 1 – Via Giotto (memoria storica: al n. 27, poi in Via Guadagnoli al n. 79), poi Arezzo n° 1 - Via Lorenzetti (EL 1997) ed infine Arezzo N° 1.

La Succursale 1 ha oggi sede in Via Pietro Lorenzetti n. 74.

NUMERO FRAZIONARIO: 4 - 4

Le corrispondenze

AREZZO N°1 . (BARRIERA VITTORIO EMANUELE).

 

AREZZO N° 1 (BARRIERA VITTORIO EMANUELE)


 

AREZZO N° 1 * BARRIERA VITT.EMAN. *



Pasqui, Arezzo e dintorni, 1925, p. 348: Succursale n. 1, Piazza S. Jacopo (Angolo Corso V.E. e Via dell'Anfiteatro).
NdR: L'angolo richiamato dal Pasqui dovrebbe essere quello sinistro, dove esisteva il Palazzo Vivarelli, abbattuto negli anni '60 e ricostruito facendone la sede del Monte dei Paschi di Siena, non potrebbe trattarsi dell'angolo destro che, all'epoca, era occupato dalla Chiesa di S. Jacopo, poi abbattuta. La succursale n. 1 nelle sue denominazioni di Via dell'Anfiteatro e Corso Vittorio Emanuele, potrebbe essere rimasta sempre nel Palazzo Vivarelli, cambiando solo la via d'accesso, fino a quando, con l'abbattimento del Palazzo, è stata trasferita in Via Società Operaia.

AREZZO SUCCLE N° 1 (4-4)

 

AREZZO SUCC. 1 * (4-4) *

 

AREZZO N° 1 * (VIA ANFITEATRO) *

Denominazione assunta il 1° gennaio 1931

 

AREZZO SUCCLE N° 1 *

Nel 1937 aveva assunto la denominazione di: Arezzo N. 1 – Corso Vittorio Emanuele (RPT 8/1937).
Il bollo è conosciuto con questa dizione già dal dicembre 1934.

31.01.1938 - Asta Filsam

 

AREZZO N° 1 * (C. VITT.EMANUELE) *



6 dicembre 1945 da Arezzo N. 1 (C. VITT. EMANUELE) - per Akron (Usa), dove giunge il 21 gennaio 1946 - Affrancata per L. 15: L. 5 per la lettera e L. 10 per il diritto di raccomandazione.
La lettera è stata verificata per censura con fascetta e bollo a ponte 4045 di Roma.

 

AREZZO N° 1 * (CORSO VITT. EMANUELE) *

10 luglio 1946

 

AREZZO N° 1 (VIA SOCIETA' OPERAIA)

 

52100 AREZZO 1 VIA SOCIETA' OPERAIA - C

 

52100 AREZZO 1 VIA SOCIETA' OPERAIA - D

 

52100 AREZZO 1 - VIA GIOTTO - H

 

52100 AREZZO SUCC. 1