Un documento molto particolare  

I francobolli 'doppi' per pacchi postali (una parte sul bollettino, l'altra sulla ricevuta), ebbero anche utilizzi collaterali, come segnatasse, o pagamenti su documenti dell'amministrazione Postale: affrancature insufficienti, diritti speciali, ecc. In questi casi, peraltro poco frequenti, venivano utilizzati interi: un modello 41bis con una spettacolare striscia di 10 del cavallino fil. ruota (e altri valori): massima striscia ed unica conosciuta, testimonia questi usi particolari.

Praticamente sospeso a causa degli eventi bellici, il servizio di spedizione dei pacchi postali venne riattivato tra il 1 maggio e 15 agosto 1946.
Dopo un breve periodo di utilizzo dei tipi precedenti, il 7 dicembre 1946 venne fornita una nuova emissione, stampata in rotocalco, in fogli da 100 (x2), filigrana ruota alata, validità 1951.

Questa emissione, corno di posta a sinistra, cifra a destra, era costituita da 18 valori (da 25 centesimi a 500 Lire): questi francobolli avevano una dentellatura verticale centrale che ne permetteva la separazione, la parte a sinistra sul bollettino, la parte a destra sulla ricevuta.
Oltre ad affrancare la documentazione relativa alla spedizione dei pacchi postali, vennero utilizzati, in alcuni casi, INTERI come segnatasse e su documenti postali di diritti speciali, porti insufficienti, ecc.

Il periodo della 'filigrana ruota' dei pacchi postali si concluse nel 1954 con l'emissione dell'alto valore (1.000 Lire), detto 'Cavallino', di colore azzurro dentellato 13 1/4 a Pettine o Lineare, stampa calcografica a fogli di 50, filigrana ruota alata II^ tipo CS (Coricata a Sinistra).
Questo 'alto valore che rappresenta una icona classica del filatelia italiana (elfo con corno di posta a cavallo) è un francobollo raro, sia per il valore (siamo a metà degli anni 50), sia perché', pochi anni dopo (nel 1957) fu sostituito dalla ben più comune emissione 'filigrana stelle' (1.000 e 2.000 Lire facciali).

Il documento testimonia l'uso 'collaterale' di questi francobolli: si tratta di un modulo di contestazione (mod. 41), con apposti francobolli per Lire 10.075



L'affrancatura è costituta da un 5 Lire fil. Ruota, un 20 Lire e un 50 Lire fil. Stelle ed una striscia di 10 del 1000 Lire azzurro oltremare 'Cavallino', 1955, fil. Ruota II^ 'CS' dentellatura Lineare 13 1/4. Essa venne regolarmente annullata dalla direzione Provinciale di Firenze il 15 giugno 1957.


Descrizione storico postale: ' (…). Modulo di contestazione (mod. 41) compilato dal verificatore dell'ufficio postale di Genova Porto Transito e fatto pervenire all'Ufficio di impostazione di Signa (Firenze) in data 1 aprile 1957 a causa di una irregolarità rilevata sul bollettino per la spedizione di pacchi postali (affrancatura insufficiente).
L'ufficio mittente provvide, come da regolamento, ad applicare francobolli doppi previsti per il servizio pacchi postali, usati interi, a recupero della differenza di affrancatura con l'aumento del 25% a titolo di penale, (…..) accumulando alla somme indicata, altri importi relativi a consimili operazioni (tassazione cumulativa). Pertanto, anziché' Lire 2.380, furono posti francobolli per Lire 10.075........
.'

Un documento abbastanza inusuale (mod.41 con tassazione cumulativa), con una affrancatura unica e veramente molto interessante, sia dal punto di vista filatelico che storico postale.
Una striscia di 10 del 'Cavallino fil. ruota' è applicata su questo tipo di modulo, regolarmente annullata è sicuramente un 'pezzo' molto raro, probabilmente unico.
Questa striscia di 10 (è la massima possibile - erano stampati in fogli da 50), è costituita da francobolli di ottima centratura e perfetti.



© Copyright EMILIO FRANCO CALCAGNO luglio 2017 - 2127
Si autorizza la riproduzione del testo e delle immagini, in tutto o in parte, purche' ne venga citata l'origine.