storia postale toscana            arezzo: la nostra storia           il postalista
 
  VIII Corpo d'Armata e 87° Reggimento di Fanteria “Friuli”
di Roberto Monticini e Samuel Rimoldi

PERCORSO: Le caserme militari in Arezzo (fino agli anni '50) > questa pagina > P.M. 79: l'ufficio postale dell'87° Reggimento di Fanteria “Friuli”

Aggiornato al 05-02-2021 - R. Monticini: Cartolina Reggimentale del 23-04-1941, cartoline in franchigia del: 11-01-1941 - 12-02-1941 - aggiunge VIII Corpo d'Armata - 20-04.1942 dall'87° a Lucignano - 18-02-1940 dalla Germania ad Arezzo, poi a Bibbiena.

Cartolina Reggimentale presumibilmente del 1902

L'VIII Corpo d'Armata, con sede del Comando a Firenze, il 24 maggio 1915 iniziò le attività sul fronte italiano duramte la prima guerra mondiale, era inquadrato nel Regio Esercito ed organizzato con le seguenti unità:

L'87° Reggimento di fanteria "Friuli" ne era una componente.

Cartolina Reggimentale da Arezzo il 22-11-1937

L'87° Reggimento Fanteria “Friuli” viene ricostituito ad Arezzo il 9 marzo 1937, inquadrato nella XIX Brigata di Fanteria. Nato nel 1884, era stato sciolto con l’attuazione della legge dell’11 marzo 1926.

A partire dal 1° novembre 1937, l’unità assume le funzioni di Reggimento Scuola per Allievi Ufficiali di Complemento di Fanteria. Con la riorganizzazione del Regio Esercito, a partire del 1938 vengono formate le Divisioni cosiddette “binarie” cioè composte da due reggimenti di Fanteria e uno di Artiglieria: dal 15 settembre 1939, l'87° viene assegnato alla Divisione di Fanteria "Friuli" (20ª) unitamente all'88° Reggimento Fanteria e al 35° Reggimento Artiglieria (1).

Il Reggimento è ospitato nel complesso Cadorna, dove ha avuto sede, fino al 1937, il 70° Reggimento di Fanteria "Ancona", l'entrata è indicata in Via di Porta Buia, la sede resterà in Arezzo fino al 1943.

Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, la Divisione Friuli, dopo un periodo "di riserva" in Piemonte, durante gli scontri con la Francia, viene trasferita nell'agosto 1940 in provincia di Treviso; dai primi di aprile 1941, viene dislocata in provincia di Trieste sul confine orientale. La Divisione rientra quindi in Toscana ai primi di maggio del '41 per poi essere trasferita in Corsica nel novembre 1942.

Nel periodo toscano, Livorno era sede dell'ufficio postale (PM 79), Arezzo, sede del Comando dell'87° Reggimento (le divisioni sono sempre stanziate in un vasto territorio, occupando presidi e caserme diverse). Molto probabilmente vi era una caserma dell'87° anche a Siena (va ricordato che Siena fu sede del comando del Reggimento negli anni '20).

Rinvenuta anche una lettera dalla Germania, del 18.01.1940, diretta ad Arezzo e reindirizzata sempre presso l'87° Regg. Fanteria a Bibbiena, che farebbe presumere l'esistenza di un distaccamento o di un campo di addestramento.

Tessera trimestrale del Soldato Ricci Otello, scritturale presso la Compagnia Comando Reggimentale dell'87° Reggimento Fanteria "Friuli" con sede a Siena

La presenza a Siena dell'87° è confermata da questa cartolina del 29.4.1942, dove il militare "si confessa" al Reverendo Carlo Tanganelli: ...e speriamo che venga presto la pace che è da molti desiderata.

Spilla ricordo

La prima documentazione postale in arrivo alla Caserma dell'87°, è del 6 giugno 1937: una cartolina proviene dalla Spagna, dove il Corpo Truppe Volontarie era intervenuto nella Guerra civile spagnola a fianco dei nazionalisti del generale Franco.


Militari del Corso, fotgrafati davanti al Duomo di Arezzo (Foto A. Tecchi 1939 circa)

06.04.1939 - Cartolina raffigurante il giuramento di un corso Allievi Ufficiali, diretta a Bolzano

31.05.1939 - Lettera da Roma diretta all'87° Reggimento

18.02.1940 - Lettera espresso dalla Germania, diretta ad allievo ufficiale presso l'87° Regg. Fanteria ad Arezzo, poi reindirizzata a Bibbiena, sempre presso il medesimo reggimento (Ebay).

25.07.1940 – ad AUC 5ª Compagnia, 3° Plotone - affrancata per c. 50 non tenendo conto che la tariffa, per la posta diretta a militari era ridotta della metà.
(da DelCampe 19-08-2018)

15.09.1940 – da Arezzo diretta a Vienna. Censura tedesca di Monaco di Baviera: "Verificato / Alto Comando delle Forze Armate"

... Siamo qui venuti a trovare Berto che si trova già da un mese alla Scuola Allievi Ufficiali di Fanteria..


11.01.1941 – Cartolina in franchigia da Modica (Ragusa), spedita da Camicia Nera Sottocapo Manipolo (?) del 168° Btg., diretta ad Arezzo ad Allievo Ufficiale della Scuola A.U.C. di Fanteria

"Scrivi loro e digli che mi trovo bene e che questo è il posto che mi spetta come Italiano e come Fascista"


12.02.1941 – Cartolina in franchigia da Trapani, spedita da Camicia Nera Sottocapo Manipolo (?) del 168° Btg., diretta ad Arezzo ad Allievo Ufficiale della Scuola A.U.C. di Fanteria


10.03.1941 – Scuola Allievi Ufficiali Complemento di Fanteria Arezzo – Spaccio Cooperativo Allievi


25.04.1941 – Cartolina Reggimentale diretta a Pistoia
04.09.1941 – la medesima cartolina diretta a Firenze

23 novembre 1941 - da AUC, 6ª Compagnia Arezzo

28 novembre 1941 - Fotografia di Militari in esercitazione a Civitella in Val di Chiana, il sergente che ha commissionato la foto, ha segnato al retro il nome dei suoi commilitoni.

Sotto:
il rientro in caserma da Porta San Lorentino, gli allievi ufficiali in marcia in Via Marco Perennio innevata

2 dicembre 1941 - da AUC, 4ª Compagnia Arezzo

11 dicembre 1941 - Lettera dal Deposito dell'87° Reggimento diretta in Germania

Arezzo, 10 gennaio 1942

24 gennaio 1942 e 5 febbraio 1942 - da Firenze ad un allievo ufficiale universitario inquadrato nell'84° Fanteria (Brigata Venezia) al momento a Berane nel Montenegro, rispedita a Firenze c/o il Deposito dell'84° Regg. a sua volta rispedita ad Arezzo alla Scuola Allievi Ufficiali di Complemento dell'87° Reggimento Fanteria Friuli

4 marzo 1942 - 4ª Compagnia Granatieri di Sardegna – Scuola AUC Arezzo

La cucina mensa Allievi - non viaggiata

21 agosto 1942 - Scuola A.U.C. di Fanteria Arezzo

27 agosto 1942 – Il S.Ten. della 90ª Comp. Telegrafisti scrive al fratello Sergente del 1° Plotone della Scuola A.U.C. ad Arezzo. Il timbro di partenza è quello della PM 17 all’epoca di stanza in Grecia.

31 agosto 1942 – Cartolina postale in franchigia diretta alla Scuola AUC

19 ottobre 1942 – Cartolina illustrata diretta alla Scuola AUC

25 ottobre 1942 – da Allievo Ufficiale del 2° Battaglione, 6ª Compagnia alla famiglia a Roma.
ERRATO datario dell'UP di Arezzo: 26.10.1953

16 novemvre 1942 – Cartolina illustrata in franchigia diretta alla Scuola AUC

19 novembre 1942 – da P.M. 64 dislocata ad Ajaccio in Corsica
agli amici della Scuola A.U.C. 6ª Compagnia

19 novembre 1942 – da Foligno a Sergente della Scuola A.U.C. 2ª Compagnia, 2° Plotone



27.01.1943 – Cartolina (in tariffa c. 30) con immagine della camerata tipo della Scuola Allievi Ufficiali di Complemento - spedita privatamente da un Sergente della Scuola

3 aprile 1943 – da Farmacia Ospedale Militare Milano a Sergente Scuola AUC 5ª Comp, I Plot., I Squadra Arezzo

12 aprile 1943 – Cartolina postale in franchigia dal Deposito dell'87° Reggimento diretta ad Atena Lucana

16 aprile 1943 – da "Truppe al Deposito 87° Regg. Fanteria - SERVIZIO SANITARIO"
Cartolina in franchigia scritta da militare dell'Infermeria


20 aprile 1943 – da Fante in servizio presso il Deposito 87° Regg. Fanteria a Lucignano
Timbro del P.N.F. Dopolavoro Forze Armate Sala convegno sulla cartolina in franchigia

Nel testo: Mi trovo sempre à Lucignano siamo rimasti una trentina speriamo bene


30 agosto 1943 – da Maggiore del Comando Scuola AUC di Fanteria Arezzo

In quest'ultima cartolina risulta depennata la frase di Mussolini e la dizione: Posta Militare, mentre risultano: il timbro e Scuola AUC Arezzo manoscritti, l'8 settembre 1943 è oramai alle porte.

Bibliografia:

1) - http://www.regioesercito.it/reparti/fanteria/rgt/rgt87.htm