pagina iniziale non ti scordar... storia postale filatelia le rubriche indice per autori

Non ti scordar di me n.2
tempera all’uovo, tavola di legno preparato con gesso dell'artista: Yingjing Sang

a cura di Djana ISUFAJ

R.S.I. 1943-1945
Catalogo degli annulli RP PAGATO e RR POSTE TS usati come sostituti di affrancatura. Veneto – Trentino V.G. – Abruzzi – Lazio – Marche – Toscana - Umbria
Antonio A. Piga
Compagnia dei Librai, Genova 2009
pagine 252 con illustrazioni in bianco e nero e a colori.

Presentazione a cura di Virgilio Terrachini
Nella storia d’Italia, due fondamentali periodi storici simili per durata ma decisamente opposti per le caratteristiche e per le conseguenze prodotte, hanno profondamente segnato i decenni successivi. In soli 23 mesi, tra il 27 aprile 1859 e il 17 marzo 1861, una serie fortunata di eventi portarono rapidamente ed inaspettatamente all’unificazione nazionale. Dopo circa ottant’anni, in soli 21 mesi, tra il 25 luglio 1934 e il 25 aprile 1045, una serie sfortunata di eventi portarono invece alla transitoria perdita dell’unità nazionale ed alla creazione di due distinte entità statali pur con limitati poteri di governo: il Regno del Sud e la Repubblica Sociale Italiana. Il primo dei due periodi, per oltre un cinquantennio venne glorificato, vennero creati eroi della Patria, e un gran numero di studi storici attinsero ripetutamente, come era logico fosse, anche alla documentazione postale ed epistolare dell’epoca. Il secondo dei due periodi invece per oltre un trentennio venne accuratamente occultato come una vergogna nazionale e si cercò in tutti i modi di rimuoverlo dalla memoria collettiva. Per questo motivo, i primi studi storici sulla Repubblica Sociale Italiana vennero spesso guardati con occhio sospetto. Anche gli studi di filatelia e di storia postale del periodo non fecero eccezione e per anni rimasero appannaggio di pochi ma appassionati cultori. Tra questi studiosi spicca sicuramente la figura del genovese Antonio A. Piga che sa più di trenta anni unisce la capacità, la curiosità, la tenacia e la competenza necessaria per portare alla luce interi settori dimenticati o praticamente sconosciuti della storia postale di questo travagliato periodo. L’amministrazione postale della R.S.I. in periodo bellico e di costante penuria di valori bollati, ebbe la curiosa capacità di regolamentare le affrancature di emergenza attraverso l’adozione dei bolli “R. P. PAGATO” e “REGIE POSTE TS”. Le modalità d’uso, le diverse tipologie e la loro diffusione regionale e provinciale sono l’oggetto della presente e dettagliata catalogazione. A questa imponente opera, frutto di anni di impegno costante e di estenuanti ricerche a tutti i livelli, non posso che augurare un successo editoriale direttamente proporzionale alle fatiche dell’autore.

Indice degli argomenti
Ringraziamenti; presentazione; prefazione; antefatto storico; tavola 1; tipologia dei bolli; precursori manoscritti; timbri RPTS – RPP; tavola 2; timbri scalpellati – timbri d’emergenza; complementi di affrancatura; valutazioni; circolari postali; Veneto: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Udine, Venezia, Verona, Vicenza; Trentino Venezia Giulia: Bolzano, Fiume, Gorizia, Pola, Trento, Trieste; Abruzzi: Campobasso, Chieti, L’Aquila, Pescara, Teramo; Lazio: Frosinone, Littoria, Rieti, Roma, Viterbo; Marche: Ancona, Ascoli, Macerata, Pesaro; Toscana: Apuania, Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Pisa, Pistoia, Siena; Umbria: Perugia, Terni; bibliografia; indice.

(passa con il mouse sopra le immagini per ingrandirle)

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori