Torna alla Posta Militare

Torna alle Brigate di fanteria



tutti gli articoli di G.Marchese

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori
Brigata Abruzzi
di Giuseppe Marchese


Cartolina “Reggimentale” del 57° fanteria della Brigata Abruzzi con diversi stemmi e le gesta e le campagne effettuate dalla nascita al 1870. La cartolina venne edita nei primi anni del 1900
Cartolina reggimentale del 57° Reggimento della Brigata Abruzzi, nuova, emessa nel 1916. Sono riprodotti i fatti d’arme durante la guerra italo-turca, e cioè la battaglia delle Due Palme, a sinistra; della battaglia di Ettangi, a destra, e al centro la battaglia di Oslavia, Gorizia del 6/8 agosto 1916

Costituita il 16 aprile 1861 con i Reggimenti: 57° 58°. Sciolta nel 1926. In seguito denominata Divisione Piave.

Fatti d’arme
Terza d’indipendenza (1866)
Roma (1870)
Guerra di Libia 1911/12: partecipa col solo 57°. Marzo 1912 Due Palme; 18 giugno 1913 Camporosso-Ettangi.

Prima Guerra Mondiale 1915/18

CRONISTORIA:

1915: all'inizio delle operazioni la brigata si schiera nel settore Brenta - Val Cismon e nel maggio - giugno occupa senza essere contrastata le posizioni di Cima della Caldiera, Cima Laste, Monte Mezza e La Rocchetta, alle dipendenze della 15^ Divisione.

1916: a gennaio si trasferisce nella zona di Cormons ed entra i n linea nel settore di Oslavia, alle dipendenze della 11^ Divisione. Dall’11 febbraio al 29 luglio Oslavia. Il 30 Luglio passa alla 24^ Divisione.
Il 5 agosto partecipa alla sesta battaglia dell'Isonzo con il compito di forzare le trincee nemiche ad est di Oslavia e di raggiungere il fiume. Dal 5 al 20 agosto settore Oslavia – trincee est di Gorizia
Il 6, dopo dura lotta, s'impossessa del costone di Oslavia e l'8, malgrado le forti perdite subite continua l'attacco contro le posizioni di Peuma che vengono conquistate. Il 9 oltrepassato l'Isonzo si attesta sulla linea ferroviaria Salcano - Gorizia. L’11 agosto si schiera sulle alture a nord - est di Gorizia e vi rimane fino a dicembre.

1917: dal 12 maggio all'8 giugno partecipa alla decima battaglia dell'Isonzo, dando il via alle operazioni per la conquista di Monte Santo e di Monte San Gabriele. Nei giorni successivi le posizioni conquistate vengono accanitamente contrattaccate dal nemico che riesce ad ottenere risultati positivi. Il 15 agosto è, alle dipendenze della 22 divisione in Valle Judrio.In agosto si schiera sull'alto Isonzo e dal 17 agosto al 12 settembre prende parte alla undicesima battaglia dell'Isonzo, attaccando le posizioni nemiche di Na Gradu e di Veli Vrh che vengono occupate il 20. Continuando nell'attacco fino al 24 agosto, ottiene ancora sensibili successi oltre Veli Vrh e Vetrnik. il 27 settembre in posizione sul San Michele, con una serie di riusciti attacchi migliora le posizioni occupate. Il 26 ottobre, a seguito avvenimenti sfavorevoli sul fronte della 2^ Armata, inizia il ripiegamento prima sulla destra dell'Isonzo e poi in direzione di Codroipo e quindi oltre il Tagliamento fino a San Donà di Piave. Riordinatasi, a seguito delle forti perdite subite, Il 5 dicembre rientra in linea nel settore Col della Berretta - Col Caprile, alle dipendenze della 66^Divisione. Su queste posizioni resiste a violenti attacchi nemici portati nei giorni 11, 12 e 13. Il 14 persistendo la pressione nemica, specie sul Col della Berretta, la brigata è costretta ad abbandonare queste posizioni. In dicembre alle dipendenze della 17^Divisione.

1918: all'inizio dell'anno è attestata sulla linea Col del Miglio - Col Moschin. Da queste posizioni, dal 15 al 24 giugno, subisce un poderoso attacco nemico che costringe i reparti della brigata, dopo tenace resistenza, ad abbandonare Col Fenilon e Col Moschin, ma il 16, attuato un riuscito contrattacco, ritornano in possesso delle posizioni perdute. il 19 settembre, ancora all'attacco nella zona di Col del Miglio, conquistano con un colpo di mano importanti posizioni. Il 27 settembre è nella 66^ Divisione. Nel corso della battaglia di Vittorio Veneto, concorre dal 26 al 31 ottobre all'azione per la conquista delle posizioni di Prà Gobbo, nella zona di Col Caprile. Partecipa successivamente all'inseguimento del nemico, avanzando in Val Cismon e il 2 novembre raggiunge Arsiè e Val Grigno e il 4 Castel Tesino. Il 5 dicembre passa alla 51^ Divisione.
Dall’15.11.1918 al 25.8.1919 dislocata nel Bellunese a ridosso del vecchio confine. La posta militare 164 funziona fino al 27.8.1919.

Post prima guerra – Zone Occupazione

Il 1° febbraio 1919 passa alle dipendenze della 3^ Armata, con la 17^ Divisione, rimanendo in zona di occupazione (Venezia Giulia) fino al suo scioglimento, il 25 Agosto 1919.

LA POSTA MILITARE ASSEGNATA NEL CORSO DELLA 1ª GUERRA

(1) In gennaio si trasferisce nella zona di Cormons. Possibile sia questa la data del passaggio alla 11^ divisione, e quindi dal settore della 1^ Armata a quello della 2^ Armata. (Cronistoria della Brigata Abruzzi).
(2) dal 6 al 17.8.16 il 3° btg del 58° fa parte della 45^ divisione.
(3) eccetto il periodo dal 1.6.17 al 22.6.17.
(4) Probabile si tratti di una dipendenza tattica.

SERVIZI PRESTATI
IN LINEA
IN ZONA DI RIPOSO (lavoro, trasferimenti, altro)

Anno 1915
Dal 24 Maggio al 31 dicembre nel settore di Brenta – Val Cismon

Anno 1916
Dall’11 febbraio al 29 luglio Oslavia
Dal 5 al 20 agosto settore Oslavia – trincee est di Gorizia
Dal 20 settembre al 19 ottobre trincee est di Gorizia
Dal 20 novembre al 19 dicembre trincee est di Gorizia



Anno 1917
Dal 18 gennaio al 14 febbraio trincee est di Gorizia
Dal 16 marzo al 14 aprile trincee est di Gorizia
Dall’8 maggio al 24 giugno zona di Gorizia (trincee di Casa Bianca
Dal 16 al 27 agosto Kambresco (Alto Isonzo)
Dal 29 settembre al 5 novembre Veliki – ripiegamento
Dal 5 al 13 dicembre trincee di Col della Beretta (Alta Valle S. Lorenzo)



Anno 1918
Dal 3 marzo al 19 aprile Valle S. Lorenzo – Col Moschin
Dal 4 maggio al 24 luglio Valle S. Lorenzo – Col Moschin
Dall’11 al 25 agosto Fagheron – Monte Oro
Dall’11 ottobre al 4 novembre Col Moschin – Pieve Tesino – Castel Tesino

Anno 1915



Anno 1916
Dal 1° gennaio al 20 febbraio trasferimento nei pressi di Cormons.
Dal 30 luglio al 4 agosto a Medana – Cosana
Dal 21 agosto al 19 settembre Cerovo
Dal 20 ottobre al 19 novembre Cerovo
Dal 20 al 31 dicembre Cerovo

Anno 1917
Dall’1 al 17 gennaio Cerovo
Dal 15 febbraio al 15 marzo Cerovo
Dal 15 aprile al 7 maggio Cerovo – S. Floriano
Dal 25 giugno al 13 luglio Valerisce
Dal 14 luglio al 15 agosto trasferimento
Dal 28 agosto al 28 settembre Val Dobral – Bordigoi – Gobna – trasferimenti
Dal 6 novembre al 4 dicembre Camposampiero
Dal 14 al 31 dicembre Romano Alto (Nord Bassano) Onè.

Anno 1918
Dal 1° gennaio al 2 marzo Val S. Felicita – Semonzo
Dal 20 aprile al 6 maggio Bassano – S. Vito – Semonzo
Dal 25 luglio al 10 agosto zona di Cartigliano
Dal 26 agosto all’11 settembre zona di Cartigliano
Dal 26 settembre al 10 ottobre zona di Cartigliano

 

Lettera del 28 luglio 1915 non affrancata e tassata in arrivo per cent. 15, spedita da militare del 58° Reggimento fanteria, Brigata Abruzzi, all’epoca alle dipendenze della 15^ Divisione, per come attesta il bollo della posta militare

Cartolina postale di tipo normale con, sulla sinistra, l’indicazione del Reggimento di appartenenza, il 57°.
Le due scene raffigurate si riferiscono alla Inondazione di Pisa del 1869 e alla occupazione di Roma del 1870

Cartolina reggimentale del 58° Reggimento, utilizzata come franchigia militare con l’annullo della posta militare della 15^ Divisione in data 19.1.1916. Vi è inoltre il bollo ovale del reparto, per confermare il diritto alla franchigia

Modulo d’ufficio in franchigia con annullo della Posta Militare 164 del 30.1.1919 e bollo tondo del Comando del 58° Reggimento. La Brigata Abruzzi era dislocata in zona di Occupazione, nel Trentino, ed era dipendente dalla 17^ Divisione
Cartolina reggimentale illustrata con bandiera e alcuni dati dei fatti d’armi a cui ha partecipato il Reggimento.
Cartolina reggimentale illustrata fanti all’attacco alla baionetta del 58° Reggimento della Brigata Abruzzi


Posta Militare 164 31.1.19 su modulo franchigia. Nel testo il C.te del 58° fanteria della Brigata Abruzzi dovendo pubblicare le “memorie storico del reggimento” chiede una foto del fante Pastori Attilio classe 1899, di Locate T., morto l’11.12.17 a Col Beretta



Biglietto postale di servizio annullo Posta Militare 164 28.2.19 e tondo 57° Reggimento fanteria. Nel biglietto: “..le comunico che il soldato De Munari Battista..risulta disperso nell’azione combattiva dell’11.12.17..”

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori