pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori

Storia postale in Umbria durante il periodo della Repubblica Sociale Italiana

di Fabio PETRINI


La Repubblica Sociale Italiana vide il suo nascere il 23 settembre 1943, quando Benito Mussolini si mise a capo di un nuovo governo che prese appunto il nome di Repubblica Sociale Italiana il 1 ° dicembre 1943.

Mentre nel nord dell'Italia si ebbe un lungo periodo di durata della R.S.I. con la logica conseguenza di un notevole volume di corrispondenza, nelle Regioni più a sud la cosa fu totalmente diversa, brevi periodi e poca corrispondenza, sia in partenza che in arrivo.

Questa selezione prende in considerazione la corrispondenza in partenza dall'Umbria per quanto concerne la posta inviata dai 2 uffici di Poste da Campo, gli usi in emergenza "RP Pagato", francobolli preposti per altri servizi e lo studio dell'emissione Imperiale soprastampata "fascetti", pertanto si può considerare per questa ultima un breve tempo di durata ufficiale, dai 141 giorni di Calvi (prima località liberata a sud) ai 179 giorni di Città di Castello ( ultima del nord) e comunque a secondo delle zone liberate, a Perugia le truppe Alleate arrivarono il 20 giugno 1944, pertanto una durata di 149 giorni.

Si è parlato di ufficiale dando come data prima dell 'emissione "fascetti" il 21 gennaio 1944, ma decisamente molto ufficiose, in quanto la distribuzione di tali francobolli nel territorio italiano non ebbe date uguali, in Umbria arrivarono approssimativamente a fine febbraio, con i primi documenti conosciuti, regolarmente spediti a fine marzo, pertanto restringendo sensibilmente la durata del periodo d'uso.

La corrispondenza circolata quindi fu decisamente scarsa, aggravata anche dalla tendenza ad essere più una regione agricola che industriale.
Questo breve studio si propone di evidenziarne gli aspetti principali e da essi che si ritiene che si possa evincere l'elevato interesse storico postale di tutta la corrispondenza in partenza dalla regione durante questo particolare periodo.

- Posta da Campo
- Franchigie
- Zona senza francobolli
- Affrancature di emergenza
- R.P. Pagato - Tassa pagata
- Distribuzione ed uso delle emissioni soprastampate: Perugia
- Distribuzione ed uso delle emissioni soprastampate. provincia
- Prigionieri di Guerra
- Varie e Servizi
- Uso tardo della soprastampa fascetto in Luogotenenza
- Bibliografia

 

 

Posta da Campo

Il servizio di Posta da Campo veniva svolto negli uffici posti presso i Comandi Militari Regionali e Provinciali e nei Distretti Militari.

Nell'Umbria gli uffici di Posta da Campo operanti erano i seguenti:

PERUGIA: Posta da Campo n. 807. Serviva il 52° comando Militare Provinciale di Perugia e il 207° C.M.R.
dell'Umbria, venne costituita l ' I 1.11.1943, aperta il 10.1.1944 e chiusa il 18.6.1944
TERNI : Posta da Campo n. 839. Serviva il 55° Comando Militare Provinciale di Terni, dipendente dal 200°
C.M.R. del Lazio, venne costituita il 15.11.1943, aperta il 10.1.1944 e chiusa il 13.6.1944.

4.1.1944 - Raccomandata di servizio con talloncino rosa spedita in franchigia dall'ufficio matricola del Deposito del 51° Regg.Fanteria "ALPI, raro annullo in grande ovale (POSTE ITALIANE Comando 51° Reggimento Fanteria "Alpi" Perugia) - l'ufficio postale era funzionante all'interno dei locali del Reggimento che lì a 6 giorni spedirà con il servizio di Posta da Campo 807 istituito il 10.1.1944.

14.2.1944 - Raccomandata di servizio con talloncino rosa con nome della città debitamente annerito e aggiunto il lineare P.d.C. 807 e bollo doppio cerchio con lunette: Posta da Campo 807 - Spedita in franchigia dall'ufficio matricola del Deposito del 51° Regg.Fanteria "ALPI - (immagine tratta dal web)

4.5.1944 - Cartolina militare "L'onore della bandiera è salvo" con doppio cerchio con lunette: Posta da Campo n. 839, spedita in franchigia da Spoleto a Pratte.
Bollo lineare 109° BTG Genio 3ª compagnia e cerchio Comando Posta da C.Genio "M.Ricci"



Franchigie

22.2.1944 - Biglietto Postale in Franchigia da Orvieto a Roma da Sergente della 1ª Brigata V° Reparto 1ª LEGIONE GUARDIA GIOVANILE LEGIONARIA recapitata a mano da commilitone che si recava a Roma (manoscritto all'interno)


18.3.1944 - Cartolina Postale di Franchigia da Orvieto a Parma, spedita da Allievo Ufficiale della 1ª Compagnia "Tigre", inoltrata per posta civile, bollo di reparto con la Doppia "M" di Mussolini e dicitura 1° LEGIONE GUARDIA GIOVANILE LEGIONARIA


30.3.1944 - Cartolina Postale di Franchigia da Perugia a Roma,
spedita da militare da Posta da Campo 807, inoltrata per posta civile

 


Zona senza francobolli

12.5.1944 - Cartolina Illustrata da Perugia a Città di Castello
Cartolina spedita da militare da Posta da Campo 807, inoltrata per posta civile con manoscritto “zona senza bolli” applicato il T di tassa ma non riscossa

17.5.1944 - Cartolina Illustrata da Perugia a S.Donà di Piane (Venezia) “zona sprovvista di bolli” applicato il T di tassa ma non riscossa

11.6.1944 - (una delle ultime date in partenza da Perugia in RSI) Cartolina Illustrata da Perugia a Feldpost 80593/C - Bollo in viola A.C.S. + cerchio Verificato per censura 5500 applicato il T di tassa ma non riscosso


Affrancature di emergenza

A causa della scarsità di francobolli si ricorse all'utilizzo in emergenza di francobolli per pacchi postali


7.4.1944 - Lettera di due porti raccomandata per distretto di Perugia.
Tariffa esatta £.1,75 affrancata in eccesso £ 0,05 (lettera £ 0,25 x 2 raccomandata £.1,25), assolta con francobolli per pacchi postali


7.4.1944 - Manoscritti raccomandati per interno da Perugia a Roma.
Tariffa esatta £. 1,20 (manoscritti £ 0,60 + raccomandata aperta £ 0,60)
assolta con francobolli per pacchi postali

14.4.1944 - Lettera del 1° porto in Raccomandata per interno da Marsciano a Perugia
Affrancata per £ 2 in eccesso di cent. 25 (cent.50 + £.1,25 racc.), è stata assolta in uso irregolare in emergenza con Pacchi Postali per £ 2

 

 

R.P.PAGATO - Tassa pagata

Sempre per carenza di francobolli, venne adottato in casi non frequenti il pagamento in tassa pagata, applicando il bollo R.P.Pagato e manoscritto l'importo della tassa corrispondente al tipo di documento


4.2.1944 - Lettera a tariffa ridotta Sindaci da Perugia per Foligno, Affrancatura Meccanica rossa £ 0,25 avente ancora i fasci, rispedita da Fiamenga (Foligno) il 30.3.1944 con bollo cerchio R.P.Poste T.S. + 0,25 manoscritto in rosso, questa risulta essere ad oggi una delle due rare affrancature conosciute con questo bollo usato al posto dell'R.P. Pagato


13.4.1944 - Lettera Raccomandata Espresso da Città di Castello a Viterbo 2.2.1945 tassa pagata con Ovale R.P. Pagato e manoscritto 3 in blù (lettera cent.50 + Racc. £.1,25+ Exp. £.1,25) fascetta di censura + bollo a ponte verificato per censura 4163;
il fronte per il sud Italia rallentò notevolmente la posta, la lettera infatti è arrivata dopo 10 mesi


27.4.1944 - Lettera a tariffa ridotta tra Comuni da Gubbio a Perugia.
Tariffa esatta £ 0.25 assolta con tassa pagata, applicato il bollo ovale R.P. Pagato (R di regie oscurato) e manoscritto £ 0,25 - (immagine tratta dal web)

20.5.1944 - Lettera a tariffa ridotta tra Comuni da Todi a Perugia.
Tariffa esatta £ 0.25 assolta con tassa pagata, applicato il bollo ovale R.P. Pagato e manoscritto £ 0,25
(immagine tratta dal web)


... ma anche senza R.P. PAGATO:

17.4.1944 - Lettera Raccomandata da Sellano x la Croce Rossa (Svizzera) 25.5.1944 manoscritto Tassa Pagata £.2 (probabilmente perchè spedita alla Croce Rossa, la lettera venne affrancata per cent.50 come interno + £.1,50 racc. estero)
"Raro uso del tassa pagato per estero"

18.5.1944 – Cartolina Postale raccomandata con A.R. per interno da Fiamega (Perugia) a Spello, in tariffa di £.1,50 (cent.30 + cent.60 racc. + cent.50 a/r)
Manoscritto: tassa pagato L. 1,50 (in assenza del bollo ovale R.P. pagato)

22.5.1944 - Lettera Raccomandata da Stroncone (Terni) a Firenze 11.6.1944 manoscritto Tassa Pagata £.1,75 (lettera 50 cent. + racc. £.1,25) questa risulta ad oggi essere l'unica tassa pagata manoscritta dalla provincia di Terni.

 


Distribuzione ed uso delle emissione soprastampate

La serie "fascetti" nella gran parte d'Italia venne distribuita intomo al 20 gennaio 1944, pochi i casi di posta "naturale"nel mese di gennaio, si registrano le prime "vere" corrisponenze nella prima decade di febbraio.
In Umbria la distribuzione avvenne con un sensibile ritardo, una cartolina Vinceremo (come supporto) affrancata con i 5 valori che vennero distribuiti, attesta la data 24.2.1944, non conosco documenti nel periodo di febbraio e marzo, tranne una lettera del 30 marzo 1944 da Perugia.
Non si conosce l'uso delle cartoline soprastampate e neppure la loro eventuale distribuzione.
Risultano distribuiti 4 valori ordinari con soprastampa tiratura di Roma (cent. 30 - 50 - 75 - £ 1,25) e il cent. 25 tiratura di Firenze, conosco l'uso occasionale del 30 cent, tiratura di Firenze e il 25 cent. tiratura di Verona.

Perugia:

24.2.1944 - Cartolina Postale "Vinceremo" cent. 15 usata come supporto,
affrancata con 5 francobolli ordinari distribuiti a Perugia

30.3.1944 - (ad oggi è la prima data da me conosciuta dell'uso dei "fascetti" in Umbria)
Lettera di 1° porto per l'interno da Perugia a Argelato (BO), affrancata con coppia cent. 25 fascetti tiratura di Verona, che non risulta distribuita in Umbria.

18.4.1944 - Lettera di 1° porto per interno da Perugia a Città di Castello
In tariffa per £ 0,50 affrancata con due esemplari da Cent. 25 fascetti tiratura di Firenze (posizione n. 33-43 "FALCE")

21.4.1944 - Atti Giudiziari per interno da Perugia a Città della Pieve,
In tariffa di £ 2,85 (£ 0,50 + £.1,25 + £ 1,10 a/r racc.), affrancata con un esemplare da
cent. 30 fascetti tiratura di Roma e un esemplare imperiale £,2,55

22.4.1944 - Cartolina illustrata da Perugia a Colle Umberto I (Pg)
In tariffa, affrancata con un esemplare da cent. 30 fascetti tiratura di Roma

27.4.1944 - Lettera di 1° porto per interno da Perugia a Spoleto.
In tariffa, affrancata con un esemplare da cent. 50 "scritta" tiratura di Roma

27.4.1944 - Lettera per estero da Perugia a Parigi (Francia), in tariffa di £.1,25,
affrancata con due esemplari da cent. 30 tiratura fascetti di Roma e un esemplare da cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze

9.5.1944 - Partecipazione raccomandata per distretto da San Marco a Perugia
In tariffa di cent. 75 (cent. 15 + cent. 60), affrancata con un esemplare da cent. 30 fascetti tiratura di Roma e tre esemplari della serie Imperiale cent. 15 con soprastampa G.N.R in rosso falsa creata per frodare la posta, anche se a tutti gli effetti i francobolli in questione erano ancora in validità, o per una fantasiosa affrancatura creata dal mittente, con un tipografo confacente e sopratutto l'impiegato postale, essendo una raccomandata, interessante documento passato regolarmente per posta.

9.5.1944 - Lettera di 1° porto per espresso da Perugia a Paciano.
In tariffa per £ 1,75 £ 0,50 + £ 1,25 exp.) affrancata con due esemplari da cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze, (posizione 49-50) e un esemplare da £ 1,25 fascetti tiratura di Roma.

11.5.1944 - Lettera da Perugia per distretto
in tariffa cent. 25 lettera per distretto, affrancata con cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze

17.5.1944 - Lettera di 1° porto per interno da Perugia a Bra dove arrivò dopo
oltre un anno il 10.6.1945 affrancata con due esemplari da cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze (posizione 55-56)

20.5.1944 - Lettera del 1° porto da Perugia a Pianello affrancata in tariffa lettera distretto,
(Pianello dista 15 Km. da Perugia) con un esemplare da cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze.
Bollo in arrivo a Pianello 20.12.1944 e lineare ACS del servizio di censura alleato, identificata e non censurata, la lettera restò ferma 7 mesi a causa dell'imminente liberazione da parte delle truppe Alleate.

22.5.1944 - Cartolina illustrata da Perugia a Roma, dove giunse sicuramente dopo il 4.6.1944, data della liberazione di Roma, come si evince dal bollo ACS del servizio di censura alleato. In tariffa, affrancata con un esemplare da cent. 30 fascetti tiratura di Roma

23.5.1944 - Lettera Espresso da Perugia per Magione in tariffa di £1,80 ecc. cent.5 (£ 0,50 + £ 1,25), affrancata con 2 esemplari da cent. 50 scritta tiratura di Roma + 2 esemplari da cent.25 fascetto tiratura di Firenze + Imperiale cent.10 x 3

24.5.1944 - Lettera 2° porto Espresso da Perugia per Magione in tariffa di £2,25 (£ 1 + £ 1,25), affrancata con un esemplare da £.1,25 fascetto tiratura di Roma + Imperiale P.A. Miti £.1

26.5.1944 - Cartolina postale "Vinceremo" da cent. 30 sovrastampata RSI "fascetto" con valore aggiunto Espresso Imperiale £. 1,25, inviata da Roma (annullo Feldpost) a Perugia.
La cartolina venne affrancata in perfetta tariffa di cartolina espresso £. 1,55, ma all'atto della obliterazione il valore espresso, in quanto non sovrastampato e fuori corso dal 16 marzo, non venne considerato valido e dichiarato da tassare sia con il bollo T che con una incorniciatura a lapis evidenziatrice.

Da regolamento la cartolina doveva essere consegnata in posta ordinaria e non espressa, in questo caso invece venne consegnata per espresso, deducibile dal timbro di arrivo 31.5.1944, che in quello specifico periodo (eravamo a ridosso dell'avanzata Alleata), risulta essere "volata" pertanto venne tassata per il doppio del porto mancante £.2,50, in uso impropio e molto raro con due esemplari da £ 1,25 fascetti tiratura di Roma.

30.5.1944 - Lettera di 2 porti raccomandata per interno da Perugia a Dong.
In tariffa di £ 2,25 (£ 0,50 x 2 + £ 1,25), affrancata con un esemplare da cent. 50 scritta tiratura di Roma e un esemplare imperiale da £ 1,75

30.5.1944 - Lettera raccomandata per estero da Perugia a Jory - Centre (Francia), in tariffa di £.2,75 (£.1.25 lett.+ 1,50 racc.) assolta con un esemplare da £ 1,25 + c. 75 + c. 50 fascetti e scritta nella tiratura di Roma e un esemplare da cent. 25 fascetti e scritta nella tiratura di Firenze - vari bolli di censura e fascette verificato per censura

31.5.1944 - Lettera 3° porto Raccomandata da Perugia a Asti in tariffa £.2,75 (£.1,50 + £.1,25) affrancata con un esemplare da cent.25 fascetto tiratura d Firenze + 2 esemplari di Imperiale £.1 + P.A. Miti cent.50 " il francobollo Soprastampato cent.25 venne probabilmente recuperato" Annullo "RESPINTA DALLA CENSURA AL MITTENTE"

1.6.1944 - Lettera di 2 porti per espresso da Perugia per distretto.
In tariffa per £.1,75 (£ 0,50 + £ 1,25 exp.), affrancata con due esemplari da £ 0,25 fascetti e scritta tiratura di Firenze, (uno dei quali posizione 88) e un esemplare da £ 1,25 fascetti tiratura di Roma.

1.6.1944 - Lettera di 2° porto da Perugia per Spoleto,
In tariffa £.1 (cent.50 x 2) affrancata con un esemplare da cent.25 fascetti e scritta tiratura di Firenze ed uno da cent.75 fascetti e scritta tiratura di Roma


in provincia

Cannara (Perugia):

6.6.1944 - Manoscritti Ridotti da Cannara (PG) a Perugia
Affrancata con 1 esemplare da cent.30 soprastampa fascetto tiratura di Roma.
La tariffa manoscritti era di L. 0,60, il comune affrancò come manoscritti ridotti visto il destinatario, forse non fu accettata la riduzione e fu applicata la tassa semplice e non il doppio del porto mancante. Fu completata con un segnatasse Regno cent.30, annullato Perugia Corrispondenze 8.6.1944 e applicato il bollo circolare R.R. Poste T.S.

 

Castiglione del Lago:

18.4.1944 - Lettera Raccomandata per distretto da Castiglione del Lago.
In tariffa di £ 1,50 (£ 0,25 + £.1,25), assolta con un esemplare da £ 1,25 fascetti tiratura di Roma e un esemplare da cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze


Città della Pieve (Perugia)
:

17.4.1944 - Lettera Espresso da Città della Pieve a Cantù 21.4.1944 in tariffa £.2 ecc. cen.25 probabile mancanza francobollo da cent. 25 o errata interpretazione della tariffa (cent.50 + £.1,25) affrancata con 4 esemplari da cent. 50 scritta tiratura di Roma

19.5.1944 - Lettera Raccomandata per interno da Città della Pieve a Piancastagnaio,
annullo a cerchio ACS del servizio di censura alleato, bollo di arrivo 21.1.1945.
In tariffa di £ 1,75 (cent. 50 + £.1,25 racc.), affrancata con due esemplari da
cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze e un esemplare da £ 1,25 fascetti tiratura di Roma


Foligno:

30.5.1944 - Biglietto Postale Raccomandato, spedito da Foligno per distretto
In tariffa di £.1,50 (cent. 25 e £.1,25 racc.) assolta con Biglietto Postale Imperiale cent. 25 integrato con un esemplare da £ 1,25 fascetti tiratura di Roma (collezione Pietro M)

 

Gioiella (Perugia):

11.4.1944 - Cartolina illustrata da Gioiella a Gallarate (Varese), in tariffa di cent. 30 assolta con un esemplare da cent. 30 fascetti tiratura di Firenze rosso II.
Questa è una delle due affrancature che conosco dall'Umbria con un francobollo tiratura di Firenze rosso II, tale francobollo a differenza del cent. 25 (unico valore con tiratura di Firenze che ufficialmente venne distribuito in Umbria) non risulta essere mai stato distribuito, in questo caso si è reso possibile in quanto Gioiella è un piccolo paese
che fa da confine tra Umbria e Toscana.

 

Monteleone di Spoleto (Perugia):

8.6.1944 - Lettera Espresso da Monteleone di Spoleto a Montone poi Perugia,
In tariffa di £ 1,75 (cent. 50 + £ 1,25 exp.), assolta con 2 esemplari da cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze + £.1,25 fascetti tiratura di Roma

 

Papiano (fraz. di Marsciano):


3.5.1944 - Lettera Raccomandata - Espresso per interno da Papiano (Perugia) a Genova. Affrancata per Raccomandata £.1,75 con un francobollo da £.1,25 sopr. tiratura di Roma e un francobollo per Pacchi Postali da cent.50 Regno usato in emergenza.

Si potrebbe presumere che il servizio espresso sia stato richiesto dal destinatario, e non è improbabile che dopo aver dattilografato “RACCOMANDATA/ESPRESSO” sulla busta, in uffici o in posta a conoscenza dell’istruzione data dal destinatario, avessero affrancato per la sola raccomandata (scarsità di francobolli?).
Questa a mio giudizio, potrebbe essere la maggiore probabile spiegazione. Infatti il destinatario UFFICIO CONTENZIOSO; che trattava argomenti oltremodo delicati, poteva aver richiesto la pronta consegna di tutta la posta in "servizio espresso". Nella norma questo servizio richiesto dal destinatario in posta, se occasionale, doveva essere pagato con segnatasse sulla busta o a fine mese su modello 32 (tassazione collettiva), ma poteva essere addebitato in conto corrente come tutti i servizi postali. Tassa a carico di cartoline di risposta, invio (nel periodo e non solo), applicazione di affrancatura in P.O. o raccomandata ecc.

Il bollo a data di raccomandata e il bollo a data “RECAPITO ESPRESSI” e l’applicazione del talloncino fuga ogni dubbio, non penso che a Genova incaricassero l’agenzia di recapito senza farsi pagare. Perciò Il cartellino dell’agenzia di recapito con relativa registrazione (il numero) fuga ogni dubbio.

 

S. Eraclio (fraz. di Foligno):

19.5.1944 - Biglietto Postale in Raccomandata per interno da S.Eraclio a Foligno, in tariffa £ 1,75 (cent. 50 e £ 1,25 racc.) assolta con Biglietto Postale Imperiale cent. 50 integrato con un esemplare da £ 1,25 fascetti tiratura di Roma (collezione Pietro M)

 

Santa Anatolia di Narco (Perugia)

25.4.1944 - Avviso di Ricevimento da Santa Anatolia di Narco (Perugia) per distretto. Affrancata per cent. 25 in tariffa ridotta Sindaci, non ammessa per le A/R ma regolarmente passata, affrancata con un francobollo da cent. 25 sopr. tiratura di Firenze

 

Terni:

4.5.1944 - Cartolina illustrata da Terni a Pontelagoscuro (FE). In tariffa di cent. 30 assolta con un esemplare da cent. 30 fascetti tiratura di Firenze rosso II.
Questa è l'altra affrancatura che conosco dall'Umbria con un francobollo tiratura di Firenze rosso II, in questo caso trattasi di uso molto raro dalla Provincia a sud dell'Umbria

 

Todi (Perugia):

28.4.1944 - Cartolina illustrata di 5 parole da Todi a Roma.
In tariffa di cent. 25 assolta con un esemplare da cent. 25 fascetti e scritta tiratura di Firenze


Villastrada Umbra (Perugia):

5.6.1944 - Lettera di 1° porto per intemo da Villastrada Umbra a Cortona.
In tariffa di £ 1,75 (cent. 50 + £ 1,25 racc.) affrancata con un esemplare da
cent. 50 scritta tiratura di Roma e Manoscritto "tassa di raccomandazione pagata".
Straordinaria e Rara in Umbria l'integrazione in contanti per il porto di raccomandazione, (causa carenza francobolli). Bollo lineare ACS del servizio di censura alleato, identificata e non censurata la lettera venne bloccata causa eventi bellici, gli Alleati arrivarono il 24.6.1944, bollo di arrivo a Cortona 31.12.1944 (Cortona dista 30 km. da Perugia)

 

 

Prigionieri di Guerra

22.12.1943 - Cartolina risposta da Attigliano diretta a internato militare italiano nel M.-Stammlager V C, situato a Offenburg in Germania, nel Baden - Bollo di censura Geprüft 45 - Stalag V C

17.01.1944 - Cartolina risposta da Terni diretta a St.Ufficiale italiano internato nelllo Stalag 333, situato a Beniaminow nei pressi di Varsavia - il Bollo di censura Stalag X B 15 geprüft è quello del Campo X B a Sandbostel in Germania, nella Bassa Sassonia, l'intera cartolina (andata e risposta) era probabilmente partita da questa campo e vi era ritornata la risposta, nel frattempo, l'IMI era stato trasferito a quello di Beniaminow che, dal gennaio 1944, era stato riservato agli ufficiali.

 

 

Varie e Servizi

... a denaro

5.1.1944 Parrano, Ricevuta di un deposito su Libretto Postale per la somma di £.360

 

Affrancature Meccaniche

7.6.1944 - Cartolina Comunale (stampe) da Perugia per distretto.
Affrancatura meccanica rossa £ 0,10 avente ancora i fasci, annullo lineare ACS del servizio di censura alleato, si deduce pertanto che la cartolina rimase ferma in posta fino all'arrivo degli Alleati (20.6.1944)

 

... Telegrammi

2.6.1944 - Telegramma da Perugia (Telegrafo) per distretto
stemma del Regno soprastampato per oscurarlo


Tassata

3.3.1944 - Bigliettino Auguri da Spoleto per distretto non affrancato applicato il T di Tassa e riscossa con Segnatasse Regno cent.50

 

 

Uso tardo della soprastampa fascetto in Luogotenenza

9.1.1945 - Lettera Raccomandata da Perugia affrancata con Espresso £.2,50 Imperiale sop. fascetto, bollo ACS La lettera venne approntata il 30.6.1944 (Perugia liberata il 20.6.1944) e spedita alla riapertura dei collegamenti con Gaeta. Raro uso in Luogotenenza dell'Espresso per posta ordinaria con la tariffa ancora della RSI (assolutamente non filatelico) ad oggi è l'unico documento conosciuto
(catalogo di vendita "Nico", aprile 1996)

Fabio Petrini invita il proprietario del documento a contattare perchè sta cercando documentazione del periodo per il suo archivio storico dell'Umbria. fabio.petrini61@gmail.com

11.1.1945 - Cartolina Postale "Vinceremo" Imperiale cent.30 con valore aggiunto Imperiale cent.30 soprastampato fascetto tiratura di Roma, scritta da Giano dell'Umbria e spedita da Foligno (arrivi - partenze) per Roma. Uso tardo del valore soprastampato in periodo Luogotenenziale, considerato valido e non tassato.  


 

BIBLIOGRAFIA

L.Sirotti, La Repubblica Sociale Italiana - I servizi di posta civile nel territorio metropolitano, 1999
G.Marchese, La Posta da Campo della RSI in "La Posta Militare", 1996
M. Raybaudi, P.Ambrosetti, A.Piga, L.Conti, I francobolli della Repubblica Sociale Italiana
M.Raybaudi, C.Mortellaro, M.Beltrami, RSI La serie provvisoria ed il suo uso postale, 2002
F. Filanci, E. Angelieri, I servizi postali in Italia, 1861-1985, ed. il Foglio dell'USF, Torino, 1985
A.Piga, RSI 1943-1945 Catalogo degli annulli RP Pagato usati come sostituti di affrancatura, 2008-09,
Ass. F.N.GB.Vermiglioli, Numero unico, Perugia 95,
P.Ambrosetti, F.Petrini, M.Romano, Dal Regno alla Repubblica: appunti per la storia postale dell'Umbria.

 

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori