pagina iniziale "arezzo"            le schede            gli aggiornamenti             il postalista
 
  Campo per prigionieri di guerra di Laterina
di Gustavo Cavallini
 

LA MONETA DEI PRIGIONIERI

In tutti i Campi di prigionia circolavano specifici buoni, assimilabili a cartamoneta a corso legale e forzoso, ma con circolazione limitata nello stesso Campo.

La circolazione di questi buoni aveva lo scopo di fornire agli internati uno strumento monetale utile per scambiare il compenso dell’eventuale lavoro svolto nel Campo o fuori di esso, con generi di conforto (the’, carta da lettera, lamette da barba, ecc. ) acquistabili presso lo Spaccio del Campo.

La circolazione era limitata all’interno del campo quale misura di sicurezza, si voleva così evitare che l’eventuale fuga dell’ internato, fosse facilitata da denari in grado di poter essere spesi anche all’esterno.

Nel campo di Laterina si conoscono i seguenti tagli monetari:

  • 5,10,20,50 centesimi,
  • 1,2,5 lire,
  • 10 lire sovrastampato su 5 centesimi,
  • 10 lire sovrastampato su 10 centesimi.

Sono conosciuti inoltre, buoni con sovrastampa inglese "CANCELLED".
Le truppe inglesi infatti, ogni volta che requisivano o trovavano denaro che era riconducibile al regime, lo sovrastampavano per renderlo fuori corso.