pagina iniziale "arezzo"            le schede            gli aggiornamenti             il postalista
 
  Campi di Prigionia, di internamento e di concentramento nell'aretino
 

DEFINIZIONE: I campi di prigionia, internamento e concentramento, in cui detenere i soldati nemici e quelle categorie di persone ritenute pericolose per la sicurezza nazionale soprattutto nei periodi bellici, vengono utilizzati in Italia già nelle guerre ottocentesche, ma il ricorso a essi diventa sistematico con le due guerre mondiali.
(da: http://www.anpi.it/storia/269/prigionia-internamento-concentramento-e-sterminio-i-campi-in-italia - 6.4.2017)

 

I Guerra Mondiale

Campo di prigionia nella 1ª G.M.: Santuario di Santa Maria del Sasso - Bibbiena di Roberto Monticini

Prigionieri di Guerra 1ª G.M. - C.R.I. Servizio abbonamento pane di Roberto Monticini


II Guerra Mondiale

Campi di concentramento:

Anghiari (Arezzo), "La Motina" in frazione Renicci di Roberto Monticini

Civitella in Val di Chiana (Arezzo), "Villa Oliveto” di Roberto Monticini

Laterina (Arezzo) (con distaccamenti di lavoro in Monte San Savino (1) e Bucine) di Gustavo Cavallini e Roberto Monticini

Poppi, Villa Ascensione di Roberto Monticini

Campi di internamento:

Campi di internamento civile, libero e domicilio coatto di Roberto Monticini

 

Altri articoli

Sappada 1917-19: un Comune nel nostro Comune di Roberto Monticini

 

Benito Mussolini: Disposizioni relative al trattamento dei sudditi nemici internati:


 

NOTE:

1) - Monte San Savino: Campo P.G. distaccamento di lavoro da febbraio 1943, alle dipendenze del Regio Esercito, Difesa Territoriale di Firenze, dipendente dal Campo P.G. 82 di Laterina. I prigionieri di guerra assegnati al distaccamento (non conosciamo il loro numero) vengono messi a disposizione della ditta Conte Guicciardin presso "Gargonza".
(http://www.campifascisti.it/scheda_campo.php?id_campo=613)