pagina iniziale "arezzo"          le schede         gli aggiornamenti          il postalista         
 
  I bolli degli uffici postali aretini
di Roberto Monticini

Bollo.
L’impronta ottenuta con un bollo o timbro. Il primo bollo postale inchiostrato si deve a Henry Bishop, che lo introdusse nel 1661 a Londra per indicare mese e giorno esatto di raccolta o di arrivo delle lettere ed evitare proteste per supposti ritardi nella consegna; ma già dalla fine del ‘500 nello Stato della Chiesa gli appaltatori postali del Lazio usavano imprimere sulle lettere dei bolli a secco con le loro iniziali, e almeno uno inchiostrato, per indicare il porto dovuto (altri bolli a secco usati nei secoli precedenti da comuni e signorie sulle corrispondenze avevano una diversa funzione). Con l’adozione dei francobolli i bolli postali acquisirono anche la funzione di annullatori, e talvolta vennero creati con questo preciso scopo, come quelli inglesi a croce maltese, assumendo la più esatta definizione di bolli annullatori od obliteratori o annulli. (dal Dizionario postale e filatelico italiano nel sito dell'Accademia Italiana di Filatelia e Storia Postale)

Immagini di bolli sono naturalmente presenti anche nella scheda: Uffici di posta nella vecchia e nuova provincia di Arezzo

Al termine dell'elenco gli articoli di carattere generale che hanno per oggetto più di uno stabilimento postale.

   
Affrancature Meccaniche anche nell'aretino in Regno d'Italia di Sergio De Benedictis
Arezzo: un nuovo bollo a "bandellette" di Roberto Monticini
Arezzo C.P.: Il bollo numerato del portalettere di Roberto Monticini
Bolli amministrativi fino al 1861 di Roberto Monticini
Bolli del Compartimento aretino 1808-1814
di Roberto Monticini
Bolli di Arezzo dal 1814 al 31/03/1851 di Roberto Monticini
Bolli di emergenza nell'aretino di Roberto Monticini
Il bollo "VERIFICATO" utilizzano nell'aretino di Roberto Monticini
Linea ferroviaria: Arezzo - Pratovecchio - Stia di Roberto Monticini
Salutio: quel 25 aprile del 1945 di Roberto Monticini
   
   
   
  ARTICOLI DI CARATTERE GENERALE
   
"Collettorie Postali" dipendenti dall'ufficio postale di AREZZO di Alessandro Papanti