pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori

Rassegna delle riviste e degli articoli più o meno apprezzati da Libero DITONE

2022 (ANNO VIII)

san Giovanni nel particolare della Crocifissione
di Matthias Grünewald
Torna ai Tomi del 2021 >>>

 

OMO VI - anno VIII

Questo è un Ditone santo, però anche postale, seppur lontanamente. Vedete dalla foto completa e dalla descrizione (da La Compagnia dei Corrieri Veneti, un’impresa bergamasca a Venezia dal 1400 al 1800 di Adriano Cattani e Bonaventura Foppolo, a pag. 37 de Le Poste dei Tasso da Cornello all’Europa, Museo dei Tasso e della Storia Postale, Corponove, Bergamo, 2021) che il legame con la Posta c’è ed in varie forme.

E anche Libero Ditone cerca e trova vari modi per avvicinarsi (e avvicinarvi) alla Posta, a quella affascinante dei secoli scorsi, ma anche a quella di oggi, che accanto a tante arrabbiature talvolta qualche raro spunto ce lo offre.

 

n. 1085 - marzo - maggio 2022

Numero molto ricco di spunti, fra i quali segnalo

L’inizio di una nuova era?
È quello che si domanda Giulio Filippo Bolaffi a proposito dei nuovi francobolli ordinari inglesi con codice a barre e QR code. Sono difficili da falsificare e, importante, offrono la tracciabilità. Per ora hanno anche l’immagine della Regina, ma in un domani potrebbe bastare solo il QR. Metteremo questi negli album?

Lettere pubbliche o private. Si torna a discutere di Bruno Crevato-Selvaggi
Il Convegno di Roma visto dal Presidente della Federazione. “Si è raggiunto un importante punto fermo….le conclusioni sono ancora aperte, ma la collaborazione tra le istituzioni pubbliche ed i collezionisti è iniziata.. “ Non perdete di leggere queste pagine! Sono importanti.

Un altro italiano nel Roll di Barbara D’Alessandro
È Bruno Crevato-Selvaggi. E Libero Ditone evidenzia e si complimenta

La Posta nel Regno di Sardegna nel primo mese d’uso dei francobolli di Paolo Gazzera e Pietro Rabbione
Una ricerca importante e ben documentata. Perché non ampliarla? E qualcuno potrebbe pensare anche ad altri Antichi Stati Italiani.

Pietro Bartoloni di Lilla Paolino
Un collezionista schivo, eclettico e competente. Le lettere del Risorgimento sono la sua passione.

Il collezionismo cambia dopo la pandemia di Giancarlo Morolli
Era cambiato anche da prima. Nuove possibilità offerte dalla tecnologia sono avanzate. Il covid ha poi spinto questo cambiamento. E indietro non si torna. Però che piacere rovistare ed avere in mano vecchie carte!

Cosa fanno “quelli” dell’Afnb di Giulia Ortis
L’Afnb è l’Associazione filatelica numismatica bolognese presieduta e condotta da 15 anni da Franco Laurenti. Ben organizzata ed attiva da più di 120 anni, ha saputo realizzare Bophilex anche nel 2021 ed intende proseguire.

 

ricevuto venerdì 1° aprile 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

“Nipoti di penna”
<È la proposta della onlus “Un sorriso in più” di Guanzate (Como): intavolare una tradizionale corrispondenza con ospiti in case di riposo>. Una buona idea perché <Una lettera può cambiare la giornata a una persona, specie se è sola e anziana>. Certo non sarà facile trovare “nipoti” che scrivano (molto meglio a mano, con penna, anche a sfera!) Ma se conosciamo qualcuno, ancora in grado di intendere e di leggere, proviamo a scrivergli! E affranchiamo la lettera con un francobollo. Mandiamogli anche solo una cartolina. < Tutti possiamo diventare nipoti di penna!>. Sarà un atto di grande valore. Mettiamoci in contatto con gli organizzatori dell’iniziativa.

“Coronavirus, il ruolo dei portalettere”
<L’impegno è stato enfatizzato dalla Thailandia che …ha dedicato loro un francobollo>. Raffigura un portalettere o un fattorino, con casco, che consegna un grande pacco. Nello sfondo un’infermiera. Entrambi con la mascherina. Tanti di loro, anche se si sono “allontanati in fretta” dopo la consegna senza raccogliere la nostra firma e abbiamo solo potuto ringraziarli intanto che uscivano per evitare contatti, ci hanno dato una grande mano in questi difficili periodi. Non dimentichiamolo.

Contro il patrimonio culturale
<I reati in materia rivisti dalla legge 11 del 9 marzo che aggiorna il Codice penale>. Aggravando le pene. E di molto. La “disposizione” <si compone di sette articoli piuttosto complessi che ne introducono diciannove>. Occorre capire e, come al solito, le cose sono molto complicate. Confidiamo che qualcuno ce le chiarisca.

ricevuto venerdì 8 aprile 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

<Gastone Rizzo il 7 maggio>
Il francobollo per il “maestro dei francobolli” ora ha una data> e per chi non l’avesse mai sentito nominare e volesse capire come insegnava ai suoi scolari può osservare quanto è conservato all’Istituto di studi storici postali “Aldo Cecchi” di Prato.

<Quattordici i francobolli ordinari emessi ieri (all’introduzione del nuovo tariffario) dal Regno Unito; tutti sono dotati del codice a matrice>
Una domanda “strana” : visto che i valori sono con l’effige, se qualcuno li usasse, come fatto coi nostri Pubblicitari o Propaganda di guerra del Regno, senza la parte del codice, viaggerebbero regolarmente?

<La mostra “I luoghi del Grand tour” a Milano>
<è un racconto per immagini del viaggio in Italia compiuto da numerosi giovani europei...acqueforti, acquetinte, litografie, acquerelli e gouaches … alla riscoperta dei luoghi e delle atmosfere di un tempo> E le lettere? Allora scrivevano! Ce ne sono di bellissime ed affascinanti e qualcuno al giorno d’oggi ancora le trova e ce le mostra. Provate anche voi! Contattate Il Postalista.

ricevuto venerdì 15 aprile 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

<Il grand tour? È a Roma>
<La Biblioteca di archeologia e storia dell’arte della capitale accoglie anche “una ricchissima raccolta di materiali librari” in argomento> Bene! Ma leggete quanto commentava Ditone a proposito della mostra di Milano.

Poste vaticane/ Il traffico tra 2019 e 2021
<Cifre sempre in calo. Si salva il settore pacchi, influenzato dal commercio elettronico, anche se i numeri sono modesti…> L’intervista di “Vaccari news” al capo del Servizio poste e filatelia, don Attilio Riva. Interessante per venire a sapere certe cose, come le tirature dei francobolli. Osservatele e meditate.

 

Mensile della Royal Philatelic Society London n. 1494 aprile 2022


Spreading the Word
Nel suo editoriale Tony Bard evidenzia che in ogni parte del mondo vi sono zone particolari ed anche tante riviste di piccoli circoli spesso trascurate, ignorate, sconosciute. Per Diffondere la parola e non limitarsi alla predica, per evitare che queste pubblicazioni vadano perdute, propone vengano scansionate e messe in internet. Una proposta che Libero Ditone abbraccia con entusiasmo. Intende anche segnalare che tutto ciò cerca già di farlo l’Istituto di Prato, con le possibilità che ha. E, vado sul pratico, per poterlo fare, per prima cosa è indispensabile che abbia queste riviste, quindi che ogni associazione e ogni circolo, dopo aver preso accordi, provveda ad inviargliele. Poi occorreranno le persone e …i denari. Ma intanto queste pubblicazioni, anche se minori, a Prato verranno conservate. E ognuno di noi su questo sarà d’accordo. Quindi…diamo una mano!

Vi sono poi due pagine di immagini di London 2022. Con Bruno Crevato-Selvaggi che firma il Roll, Vittorio Morani che riceve il Gran Premio Campioni ed anche Frank L. Walton RDP., FRPSL, Past President della Royal scomparso in questi giorni, che voglio ricordare in una sua gita a Venezia di qualche anno fa.

Vi è poi un documentato articolo di Jerzy W.Kupic-Weglinski sui 100 anni del servizio postale aereo civile in Polonia.

 

n. 123 aprile 2022


Da osservare questa volta
C.I.F., orgoglio senza pregiudizio
Un’intervista a Federico Kaiser che ci presenta la “nuova” CIF-Unificato, editrice di cataloghi e di questa rivista, ed i suoi uomini.

Un italiano re di Londra
Una pagina con l’intervista “ a caldo” a Vittorio Morani che ci spiega come è riuscito a portare la sua Tuscany a trionfare a London 2022.

Pensandoci bene de il Mascherone
Qui andiamo su in discorso più che difficile, molto articolato, che tocca diversi aspetti. Occorrerebbe un convegno (di grandi e piccoli collezionisti e anche di non collezionisti) per cercare di capirci di più. Intanto pensiamoci bene! ma anche, dopo aver letto questa “pesante paginetta”, parliamone, discutiamone, scriviamone!

Palindromi filatelici
Come quest’anno 22.2.22 o 22.02.2022. Direte che è un “giochino”, ma, di questi tempi, giocare un po’ bisogna. E lo facevano anche i “grandi” come Beppe Ermentini.

 

n. 159, gennaio 2022


Editoriale di Piero Macrelli
Nel quale il Presidente AICPM fa due importanti annunci:
- ad opera di Marco Rossignoli il motore di ricerca su tutta la rivista La Posta Militare con interrogazioni per autore, argomento, articolo…
- il volume sulla Libia in omaggio ai soci con anche un’anticipazione di una ventina di pagine

Poi del “solito” Valter Astolfi
Roma Capitale con un’interessante parte sulla posta da e per il Vaticano dal 1870 al 1929. E a questo proposito Libero Ditone vorrebbe saperne di più e vi invita a scrivergli.

La corrispondenza spedita dai soldati italiani sul fronte russo 1941/43 di Marco Rossignoli
Un chiaro inquadramento storico e storico postale con tabelle degli uffici e dei bolli e delle varie tipologie di corrispondenza con ampia bibliografia per chi volesse approfondire.

 

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 951 del 26 marzo 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Trovata tra vecchie carte di nessun valore. Croce Rossa e rifiuti d’Archivio: la testimonianza dell’Agenzia Imposte Dirette di Poppi di Roberto Monticini
< È una comune Cartolina postale… nullo il suo valore nel mercato filatelico…ma rappresenta la testimonianza di come gli uffici pubblici siano stati chiamati a disfarsi dei loro archivi cartacei… e del profitto economico che la Croce Rossa poteva trarne dalla cessione ai privati, cosa perfettamente legale e prevista.> Così è stato, ma qualcuno ancora lo ignora o vuole ignorarlo e manda a processo innocenti collezionisti che hanno raccolto e conservato queste vecchie carte. Continuate a mandarci questa documentazione! Prima o poi riusciremo a farlo capire.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 952 del 2 aprile 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Riprende da Vaccari News la presentazione del volume che raccoglie antefatti, contenuti e conclusioni dell’incontro di Roma “Pubblico & privato alleati per la tutela del patrimonio storico postale”. Libero Ditone torna e tornerà su questo argomento perché lo ritiene molto importante ed ogni collezionista dovrebbe sapere e tenersi informato.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 953 del 9 aprile 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

I SERVIZI A DENARO di Gianni Vitale
Altro interessante capitolo, spesso trascurato, dei primi tempi della Repubblica, quando la serie Democratica si diffuse in tutta Italia.

La posta del Docteur Piccolo… di Thomas Mathà
<… un piccolo carteggio di tre missive …con loro ho fatto un viaggio nel tempo. Venite con noi!> Un invito che val la pena accettare. Farà bene.

Gli Atti del 1° Convegno per la tutela del patrimonio storico postale
< …è iniziata la prevendita degli atti del convegno … svoltosi a Roma il 28 gennaio scorso, con il Patrocinio della Federazione tra le Società Filateliche Italiane e l’Istituto di Studi Storico Postali A. Cecchi Onlus di Prato e con la collaborazione del Gruppo di Modena, Post Horn, il Postalista, CIFO, AISP, USFI, ASPOT, AICAM, ANCAI.> Cosa aspettate a prenotarlo o almeno informarvi? È Importante! (e Il Postalista e Libero Ditone non hanno percentuali sulle vendite – ma, forse, sulle spese!)

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 954 del 16 aprile 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Ma la Toscana è Estero! di Thomas Mathà
<Negli Antichi Stati Italiani non vi era il generale obbligo di prepagare (o “affrancare”) le lettere da parte del mittente…> Così inizia questo racconto del Presidente dell’AIEP, ma non è una favoletta per vecchi o nuovi collezionisti. È denso di acute e precise osservazioni e considerazioni e si chiude con <…il buon esito del viaggio. Allegria!> Più positivo di così!

Il Portalettere augura: "BUONE FESTE NATALIZIE E BUON CAPODANNO" 1904 di Ercolano Gandini, detto Luciano
Che parte ricordando <L’amico architetto Beppe Ermentini…profondo conoscitore della Storia Postale, autore del libro insuperabile sui Calendari Postali che …ricercava con grande impegno…> e poi <… il portalettere ha sempre rappresentato…un personaggio di grande rispetto perché era foriero di buone o cattive notizie…> Sì, mio Grande Luciano, la tua positività è sempre da ammirare, soprattutto di questi tempi. E quindi …<auguriamo a tutti gli amici “Buona Pasqua”.>

 

rivista dell’A.S.S.P.
Bollettino Prefilatelico e Storico Postale n. 216 febbraio 2022

Con l’ultimo importante articolo dell’indimenticabile Adriano CattaniVenezia 1600.sì o no?” e tanto altro…


Anonymous

Cosa aspettate ad ordinarlo a giampierofusari@alice.it

€ 30,00 per chi lo ritira a Veronafil

 

 

OMO V - anno VIII

Questo da Sportweek del 7.8.2021 è un Ditone veloce, molto veloce. Alle ultime Olimpiadi è stato il più veloce.

È diverso da Libero Ditone che è lento, sempre in arretrato. Forse perché fa troppe corse, non solo in pista, ma anche in terreni in salita, nuovi e difficili.

ricevuto venerdì 18 febbraio2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

Il vecchio ufficio postale di Treviso
Era tale anche in periodo Lombardo Veneto. E Fabio Bonacina continua a visitare gli immobili postali e a presentarceli, in ogni parte d’Italia.

L’Ipzs apre ufficialmente al pubblico
E si accinge a “valutare e selezionare” le proposte di “professionisti esperti nell’arte del disegno e della progettazione grafica” per i bozzetti dei prossimi francobolli per Poste italiane. E vorrebbe averli “a titolo non oneroso”, cioè gratis. Spera quindi che ci sia chi lo faccia per la Gloria, che però ma non è quella bella ragazza che sposò un mio collega.

“London 2022”, i primi esiti
“Vittorio Morani e Angelo Teruzzi, entrambi con 97 punti, guidano la classifica degli italiani in gara alla manifestazione di Londra. L’iscrizione nel “Roll” di Bruno Crevato-Selvaggi” Notizie date in tempo reale, capacità che Libero Ditone non può avere, ma è contento dei risultati, in particolare del Gran Premio a Vittorio Morani.

ricevuto venerdì 4 marzo 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

L’invito della Fepa. Annullata “Ostropa” a Berlino.
Non intendo commentare, però devo segnalare.

La provincia di Alessandria e l’Astigiano
In un volume in formato pdf a soli 5,00 euro (ancai1@libero.it), lo studio di 180 pagine su “L’introduzione del numero dei bolli tondo frazionari…” ad opera di Lorenzo Oliveri, Alcide Sortino, Achille Vanara e del compianto Italo Robetti Bravi! Ora occorrerebbe che anche qualcuno delle altre cento provincie italiane….

ricevuto venerdì 25 marzo 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

Sarà pronto a maggio il volume che raccoglie antefatti, contenuti e conclusioni dell’incontro “Pubblico & privato alleati per la tutela del patrimonio storico postale”



Il lavoro dovrebbe arrivare a maggio

Per chi vuole approfondire non accontentandosi di quanto registrato il 28 gennaio….. contiene anche il decalogo degli oggetti collezionabili e chiarisce che “è del tutto legittimo il possesso da parte di collezionisti di lettere e stampati provenienti ….. dagli Enti pubblici, venduti a suo tempo dagli stessi Enti pubblici (Comuni, Province, Tribunali ecc.) e dalla Croce rossa, a cui erano stati conferiti, ad acquirenti in perfetta buona fede”.

Cassette 1, 2 e 3
Sono quelle postali dove poter imbucare una lettera od una cartolina, non solo nella Bergamasca, ma anche a Napoli. Difficile è trovarle e poi quando le trovi, non fanno buona impressione e, conciate come le vedi, .non danno affidamento.

 

n. 122 marzo 2022

Chiedetelo a Google di Paolo Deambrosi
Che è gratis e immediato, spesso, ma …al filatelista piace approfondire e verificare.

I mirabolli de il Mascherone
Certo si possono “sfruttare le nuove tecnologie per abbinare al francobollo una funzione ludica che sia anche funzionale a quella postale”, ma se francobollo deve essere, deve, anche se non esclusivamente, “servire per affrancare oggetti postali” e pertanto essere adatto a ciò. Altrimenti è soltanto un “mirabollo”.

Tutela storico postale
È nel vostro interesse leggere e seguire la faccenda. Val sempre la pena essere informati.

 

Mensile della Royal Philatelic Society London n. 1493 marzo 2022

A Toast to London di Tony Bard
L’editore del LP brinda alla conclusione di London 2022. Ringrazia e si congratula con tutti. È stata una manifestazione che ha dovuto superare tante difficoltà, ma alla fine è riuscita ed ha avuto risultati esaltanti per noi Italiani. Leggete queste considerazioni, anche se personali. Rispecchiano l‘animo di tanti collezionisti.

 

L’Annullo Periodico dell’Associazione Nazionale Collezionisti Annullamenti Italiani - n. 233, marzo 2022

Con un altro particolare dettagliato articolo di Giancarlo Rota:
SMA (1): Senza Materiale Affrancatura – Le raccomandate
Con tante curiose etichette nere, azzurre, rosse. Spiegate (non è poco!)

Annulli doppio cerchio tipo “Conalbi”. Provincia di Bergamo di Adalberto Peroni
Con elenchi, tabelle, riproduzioni. Ci sono anche questi. Qualcuno di ha provato o ci vuol provare con altre provincie?

Uffici postali di insediamenti industriali – il dinamitificio di Avigliana di Enrico Bertazzoli
Un caso particolare ben spiegato e documentato.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 946 del 19 febbraio 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

In questa puntata settimanale:
La Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale nell'Aretino di Roberto Monticini
Fa parte del percorso: Dal Fascismo alla Liberazione. E non è visto dal punta di vista politico, ma postale.

Recapito autorizzato…in loco e recapito con mezzi propri di Gianni Vitale
La prima parte di un capitolo interessante, speso trascutato.

Bollettini illustrativi
Catalogazione e quotazione completa dei BOLLETTINI MINISTERIALI e di POSTE ITALIANE
Nuovo volume di Cif, Commercianti italiani filatelici s.r.l. - 592 pagine a colori, disponibile presso UNIFICATO, dove per la prima volta sono catalogati e quotati tutti i Bollettini illustrativi italiani, dal primo, del 1954, fino al 2021. Sono più di 2.000 bollettini illustrativi con altrettanti QR-code, uno per ogni singolo bollettino, che inquadrati con lo smartphone o il tablet consentono l’apertura del pdf completo e la sua lettura. Sarà così possibile conoscere con esattezza i dati fondamentali di ogni francobollo: data di emissione, valore facciale, metodo di stampa, carta, gomma, formato, dentellatura, colori, autore del bozzetto, annullo, ecc. ed anche consultare le note introduttive, con le spiegazioni sulle motivazioni dell’emissione e le relative fonti iconografiche e storiche, oltre ad aneddoti e curiosità. Quella dei Bollettini illustrativi è una collezione negli ultimi tempi un po’ trascurata, ma che può fornirci tante informazioni e notizie, coi QR-code poi…

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 947 del 26 febbraio 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Dove troviamo:
Rispedizioni con bolli di tassazione di Thomas Mathà
Una lettera può dare lo spunto ad una dotta spiegazione, anche a più di una.

Libero Ditone, il Free indicator.
Un Ditone…bronzeo! Che volete, che vorrà di più?

La lettera di VALORE DICHIARATO di Maurizio Zuppello (dal Bollettino ASP - FVG n. 20)
Le apposite buste che le Poste austriache misero a disposizione degli utenti per la spedizione di valori e banconote. Le prime sono del 1874 per arrivare quasi ai giorni nostri. In certe zone d’Italia si possono trovare usare fino al 1918.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 948 del 5 marzo 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Catalogo degli annullamenti speciali italiani meccanici e a mano. Annate dal 1970 al 1979
di Gian Franco Mazzucco
Riguardano Pistoia e della sua provincia. Domando all’Autore, all’Ancai e al suo Presidente Alcide Sortino se si conoscono anche prima e dopo questo decennio e se un simile “lavorone” è stato fatto anche per altre provincie.

La valigia diplomatica di Gianni Vitale
Ci sono anche queste lettere e cartoline. Non dovrebbero essere di facile reperimento. Ma forse perché mai ci avevamo badato. E grazie per il racconto che ci ha fatto conoscere chi era Florio Santini.

Museo dei Tasso. Con la primavera riprendono le visite guidate alla scoperta del borgo medievale di Cornello. Regalatevi una giornata a scoprire il “santuario della Storia Postale”. È a pochi km da Bergamo e si mangia anche bene!

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 949 del 12 marzo 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

L’indirizzo: come, dove, quando e perché… di Gianni Vitale
Un campo…infinito. Vitale ci presenta esempi della Repubblica, anche curiosi. E questa è solo la prima parte.

Catalogazione delle Affrancature meccaniche della Repubblica sintesi di quanto conosciuto di Albano Parini
Frutto dell’immenso lavoro delle Associazioni: AICAM, ANCAI, CIFT, de Il Forum Filatelia e Francobolli, e de Il Postalista e di tanti collaboratori. Iniziando dalla lettera A la presentazione è ora arrivata a Belluno e Benevento. E, questa volta, anziché un libro, o diversi volumi, ritengo possibile, conveniente ed utile sia fatta tramite un sito. Se poi uno vorrà, potrà stamparsi la sua provincia.

Tutela storico postale
Viene proposto l’articolo su L’Arte del francobollo n.122 di marzo. Leggetelo! È nel vostro interesse seguire la faccenda. Val sempre la pena essere informati.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 950 del 19 marzo 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Il Postalista n. 950 ( è un bel numero! Prepariamo il regalo per il 1000!)

GIÙ LA TESTA! di Lorenzo Oliveri
Non è il film di Sergio Leone, ma il racconto di certe testine capovolte dei francobolli della IV di Sardegna. E di come si ricercava e si lavorava una volta coi mezzi allora a disposizione. Ora le possibilità sono molto aumentate, ed anche le testine, prima rarissime, ora sono cresciute come funghi. Ma come i funghi ci sono quelle buone e …

E, se non siete già stanchi, date un’occhiata a quanto scrive Libero Ditone, il Free Indicator. Ogni tanto ci prende!

Anonymous

 

 

 

OMO IV - anno VIII

Può sembrare un piccolo Ditone, anche un po’ grassoccio, ma dalla foto completa vedete di chi è: Napoleone alla battaglia di Wagram dipinto da Joseph Chabord. E capite che è un Grande Ditone, uno dei più grandi che ha tracciato e segnato tante vie. E un piccolo sentiero prova ad indicarvelo anche Libero Ditone.

 

n. 105/106 - luglio-dicembre 2021

La perdita della voglia o l’anno della svolta? di Bruno Crevato-Selvaggi
Il Presidente della Federazione trova “insipidi” tanti francobolli emessi in Italia negli ultimi anni e spera in una svolta. Speriamo anche noi.

Il francobello di Lorenzo Carra
Non è un errore di stampa, anche se era un errore di battitura e ha dato lo spunto a… Provate a leggere! È solo una mezza pagina.

Il pezzo del cuore 8
Questa volta è di Bruno Crevato-Selvaggi ed è un pezzo suo, quasi di Famiglia. Cosa aspettate a mandargli i vostri?

Internazionali di Giancarlo Morolli
Giustamente è stato dato rilievo a Notos 2021, dove gli Italiani si son fatti vedere ed hanno primeggiato in diversi settori.

 

Notiziario dell’AFI N. 8 – ottobre 2021

Numerosi gli spunti interessanti, fra i quali

Corrispondenza tra Europa e Nord America trasportata dalla “Inman Line” negli anni 1858/68 di Antonello Fumu

Stati Parmensi 1859 Governo Provvisorio (seconda parte)
di Bernardo Naddei Altre gemme in mostra.

Il primo volo italiano senza elica di Angelo Piermattei Visto in maniera diversa dal solito. Una storia quasi personale. Da leggere.

150 anni di Roma capitale d’Italia
Atti del Convegno Romano AFI del novembre 2021
Pubblicati dall’AFI Associazione Filatelica Numismatica Italiana “Alberto Diena”

Presentazione di Gilda Gallerati

Introduzione storica per Roma capitale
di Simona Lanzi

La trasformazione architettonica di Roma
di Consuelo Mastelloni

Le Poste a Roma dopo il 20 settembre 1870 di Angelo Piermattei e Luigi Ruggero Cataldi

L’istituzione del Ministero delle Poste e Telegrafi di Giorgio Benvenuto

Il passaggio dalla moneta pontificia a quella italiana di Carlo Pileri

Una mostra di documenti postali: prima e dopo Porta Pia di Giordano Falciatori Una selezione di documenti postali da quella che è stata la collezione meglio allestita sulla conquista di Roma nel 1870.

 

n. 121 febbraio 2022

Particolarmente interessanti questa volta

Alla scoperta di Bitcoin e Criptofrancobolli di Andrea Marnati e Luca Verduci
Sei fitte pagine con foto e schermate ma, scusate, non capisco: troppo difficile, troppe incertezze. Direte che sono all’antica, abituato a più concretezza e materialità, ma preferisco avere in mano una buona moneta od un bel francobollo, magari su lettera.

I falsi, un problema attuale di Sebastiano Cilio
Non solo quelli “classici” di più di cent’anni fa, ma anche quelli d’oggi. Ci sono falsi e falsi e certi falsi usati e su lettera meritano la nostra attenzione.

BOLLETTINI PER TUTTI
Il nuovo (ma forse è il primo: c’erano solo elenchi, pur dettagliati) catalogo Unificato Bollettini illustrativi. Una collezione trascurata negli ultimi tempi, ma che può fornirci tante informazioni e notizie. Se pensate che i bollettini italiani dal 1954 ad oggi sono più di duemila e 592 le pagine di questo catalogo che diventano migliaia utilizzando i QR-code…

In UP & DOWN
Fiuto filatelico di Sebastiano Cilio
Il Presidente dell’A.N.P.F. Associazione Nazionale Professionisti Filatelici “analizzando l’andamento mercantile degli ultimi decenni abbiamo notato …una costante riduzione delle quotazioni …oggi le “collezioncine” sono offerte a prezzi veramente infinitesimali”. E conclude che “dobbiamo affidarci solo al nostro fiuto…”. Che volete che vi dica Ditone? Speriamo abbia buon naso!

 

ricevuto venerdì 14 gennaio 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

Buste contenenti oggetti in arrivo da oltre i confini doganali: le annotazioni da interpretare. Una nuova specializzazione da coltivare? Provateci! Guardate le buste che ricevete, come fa qualcuno della Bergamasca.

In Svizzera piccoli ritocchi alle tariffe.
Ma in Svizzera i francobolli hanno cifre comprensibili a tutti e sono stati emessi valori complementari da 0,05, 0,10 e 0,15 franchi. E poi in Svizzera le lettere con un’affrancatura insufficiente saranno tassate. Ciò vuol dire che là ci sarà chi guarderà i francobolli applicati. Sono degli arretrati? O noi siamo andati troppo avanti?

Bruno Crevato-Selvaggi iscritto nel “Roll of distinguished philatelists”.
La cerimonia della firma sarà lunedì 21 febbraio, in occasione di “London 2022” presso la Royal philatelic society di Londra. Prevista la diretta via Zoom alle ore 18.

ricevuto venerdì 28 gennaio 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

Il “maestro dei francobolli” Gastone Rizzo avrà il suo francobollo.
Non perdetelo!

Nuovo regolamento per opporsi alla pubblicità.
Riguarda anche la posta cartacea. Speriamo sia comprensibile e praticabile.

ricevuto venerdì 4 febbraio 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

A Camerata Cornello (Bergamo) laboratorio e visita al borgo fra i più belli d’Italia. Per la festa di san Valentino, ma anche in primavera. Informatevi!

Omaggio a Venezia. La storia della Serenissima vista dai documenti postali. È il titolo della mostra del sempre molto attivo Circolo filatelico numismatico di Noale Se quando mi leggerete sarà già terminata, richiedete cartoline, bolli e foto al Presidente o al Segretario.

Si è svolto a Roma l’incontro “Pubblico & privato alleati per la tutela del patrimonio storico postale”
Questa volta, vista la grande importanza dell’avvenimento, Libero Ditone riporta integralmente quanto scritto da Fabio Bonacina.

Quasi cinque ore intense per presentare le ragioni di quanti collezionano documenti postali e vogliono essere tranquilli con la normativa, al riparo da sequestri e sgradevoli esperienze giudiziarie. Perché, salvo il materiale di origine pubblica effettivamente rubato (e di cui esiste una circostanziata denuncia) e quello che ora potrebbe essere considerato di sostanziale interesse storico, tutto il resto può essere conservato legittimamente in mani private. Troppi editti, documenti, circolari, pubblicazioni che, dai primi anni dopo l’Unità d’Italia a tempi recenti, hanno previsto la facoltà, e talvolta l’obbligo, per le strutture pubbliche di alienare quanto non considerato più utile. Magari donandolo alla Croce rossa al fine di finanziarne le attività con la vendita o il macero.

Anche se resta il problema di avere una precisa nozione di bene culturale (adesso -va ricordato- si considerano pure le attività immateriali). Oggi pomeriggio il confronto “Pubblico & privato alleati per la tutela del patrimonio storico postale” ha visto valorizzare soprattutto le ragioni dei collezionisti, ma permane la confusione su un problema complesso e difficile da dipanare, avendo presente che le operazioni di scarto effettuate nel tempo non sono state fatte come adesso si farebbero e che comunque permangono aree interpretative: davanti allo stesso documento (spesso di nessun valore economico), tale discrezionalità permette di arrivare a conclusioni opposte, minando una qualsiasi certezza.

Quindi? La proposta emersa -in estrema sintesi- è ripartire con gli incontri tra le parti (più volte citati quelli con l’allora direttore generale degli archivi, Gino Famiglietti) e cercare di trovare una quadra. Magari facendo un elenco il più dettagliato possibile di quanto è di interesse pubblico e di quanto non lo è, ricordando che il materiale esistente è stato “salvato” dalla distruzione proprio grazie all’interesse degli appassionati.

Occorre tranquillizzare i collezionisti, orientare gli addetti ai lavori, evitare di ricorrere alle vie legali. Anche se spesso, ma dopo anni e oneri, il materiale viene restituito al proprietario perché il fatto non sussiste, “c’è sempre una vittima, ma mai un responsabile”. Monitorando l’evoluzione: non a caso, in apertura l’organizzatore Claudio Ernesto Manzati ha ipotizzato di trasformare il confronto odierno in un appuntamento annuale.
Non perdetevi di seguirne gli sviluppi.

Venduto il volantino delle Brigate Rosse
Dalla ditta Bertolami fine arts a 26.000 euro, oneri esclusi.

ricevuto venerdì 11 febbraio 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

Paolo Guglielminetti membro corrispondente della francese Académie de philatélie.
Il prestigioso riconoscimento ricevuto dal presidente del Centro italiano filatelia tematica e membro dell’Accademia italiana di filatelia e storia postale. Dei settantasei membri attivi vi sono altri tre italiani: Alberto Bolaffi e Bruno Crevato-Selvaggi come associati e Mario Mentaschi quale corrispondente

ricevuto venerdì 18 febbraio 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

Veronafil si svolgerà dal 20 al 22 maggio.
Dopo quattro annullamenti per colpa del coronavirus, l’Associazione filatelica numismatica scaligera ha potuto avere da Veronafiere la data della prossima manifestazione collezionistica. Non è stato possibile avere altre date occupate a Verona, in fiera, dal Giro d’Italia e altri importanti appuntamenti. Vediamo quindi di ritrovarci a Verona!

Caffè e brioche a 2,00 euro
Ai clienti dell’ufficio postale Milano 18 in via Sanzio 32. L’idea è di un vicino barista e l’informazione di un collezionista attento.

 

Mensile della Royal Philatelic Society London n. 1492 gennaio-febbraio 2022

Che è incentrato sulla grande manifestazione London 2022 durante la quale il nostro Bruno Crevato-Selvaggi ha ricevuto il Roll of Distinguished Philatelists, il più grande riconoscimento a livello mondiale e, ormai lo sapete tutti, ha trionfato Vittorio Morani, ottenendo il Gran Premio Internazionale con la sua Tuscany e l’Oro grande con il libro (presentato da Claudio Manzati) scritto con Mario Mentaschi. Ma tanti altri italiani si sono distinti, come Paolo Guglielminetti in Giuria e Giacomo Bottacchi tra i periti, ancora in Letteratura Claudio Manzati con Post Horn, Giovanni Nembrini con la posta dall’Italia all’estero e poi parecchi altri con le loro collezioni, fra i quali Angelo Teruzzi. Non posso qui nominarli tutti, ma voglio sottolineare che a Londra, come a NOTOS in novembre, gli Italiani si son fatti vedere (a Londra solo con le collezioni e con i libri, non fisicamente per via del covid) e soprattutto si son fatti valere. Frutto questo di un lungo lavoro che ha portato gli Italiani a capire che, con le grandi potenzialità che offre la Filatelia e la Storia Postale italiana, è opportuno e indispensabile, soprattutto in questi periodi di globalizzazione, aprirsi e proporsi all’estero. Non è né facile, né semplice però occorre provarci. I risultati già si vedono e quando si afferma un Italiano tutti noi ne abbiamo giovamento e siamo guardati diversamente.

 

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 944 del 5 febbraio 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Vi offre la possibilità di rivedere e risentire il Convegno Pubblico & Privato. Alleati per la tutela del patrimonio storico postale che si è tenuto Roma in una sala del Senato il 28 gennaio scorso. Questo collegandosi a Radio radicale. Approfittate di questa possibilità, però preparatevi: dura 4 ore e mezza!

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 945 del 12 febbraio 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Politica, Fuga e Restaurazione di Leopoldo II, Granduca di Toscana di Alessandro Pratesi
Una ricerca storica e postale sul 1848/49 in Toscana e la fuga di Leopoldo II a Gaeta. E questa è solo la 1a parte.

Di seguito, vista l’importanza, riporto quanto su Vaccari News di Fabio Bonacina
Le ragioni dei collezionisti

Si è svolto a Roma oggi 28 gennaio 2022 l’incontro “Pubblico & privato alleati per la tutela del patrimonio storico postale”
Sono state quasi cinque ore intense per presentare le ragioni di quanti collezionano documenti postali e vogliono essere tranquilli con la normativa, al riparo da sequestri e sgradevoli esperienze giudiziarie. Perché, salvo il materiale di origine pubblica effettivamente rubato (solo quello di cui esiste una circostanziata denuncia) e quello che ora potrebbe essere considerato di particolare interesse storico, tutto il resto può essere conservato legittimamente in mani private. Sono stati molti gli editti, documenti, circolari, pubblicazioni che, dai primi anni dopo l’Unità d’Italia a tempi recenti, hanno previsto la facoltà, e talvolta l’obbligo, per le strutture pubbliche di alienare quanto non considerato più utile. Magari donandolo alla Croce rossa al fine di finanziarne le attività con la vendita a privati o in estremo alle cartiere.Anche se resta il problema di avere una precisa nozione di bene culturale (adesso -va ricordato- si considerano pure le attività immateriali). Oggi pomeriggio il confronto “Pubblico & privato alleati per la tutela del patrimonio storico postale” ha visto valorizzare soprattutto le ragioni dei collezionisti, ma permane la confusione su un problema complesso e difficile da dipanare, avendo presente che le operazioni di scarto effettuate nel tempo non sono state fatte come adesso si farebbero e che comunque permangono aree interpretative: davanti allo stesso documento (spesso di nessun valore economico), tale discrezionalità permette di arrivare a conclusioni opposte, minando una qualsiasi certezza. Quindi? La proposta emersa -in estrema sintesi- è ripartire con gli incontri tra le parti (più volte citati quelli con l’allora direttore generale degli archivi, Gino Famiglietti) e cercare di trovare una quadra. Magari facendo un elenco il più dettagliato possibile di quanto è di interesse pubblico e di quanto non lo è, ricordando che il materiale esistente è stato “salvato” dalla distruzione proprio grazie all’interesse degli appassionati.
Occorre tranquillizzare i collezionisti, orientare gli addetti ai lavori, evitare di ricorrere alle vie legali. Anche se spesso, ma solo dopo anni e oneri, il materiale viene restituito al proprietario perché il fatto non sussiste, “c’è sempre una vittima, ma mai un responsabile”. Monitorando l’evoluzione: non a caso, in apertura l’organizzatore Claudio Ernesto Manzati ha ipotizzato di trasformare il confronto odierno in un appuntamento annuale.

Il Convegno al Senato per la tutela del patrimonio storico postale

Il Comunicato del Comitato scientifico organizzatore del convegno di Roma

È di tre pagine e non posso riportarlo, però non perdetevelo! È IMPORTANTE!

OMAGGIO A VENEZIA – LA STORIA DELLA SERENISSIMA VISTA DAI DOCUMENTI POSTALI
La mostra per i 1600 anni della fondazione della Città di Venezia del Circolo Filatelico Numismatico di Noale che si è tenuta presso gli spazi espositivi di Palazzo della Loggia a Noale. Quando i piccoli circoli sono grandi! Sosteniamoli con la nostra collaborazione!

Anonymous

Con un "Ditone" così, l'Arciduca Carlo non poteva che perdere la battaglia:
glielo aveva cacciato in un occhio!

 

 

OMO III - anno VIII

Questo è un Ditone storico, rigido, bronzeo, sul quale poco si soffermano i visitatori, soprattutto le turiste giapponesi o cinesi che osservano più in basso. È a Roma nel Palazzo Massimo alle Terme, in piazza dei Cinquecento, nei pressi della stazione Termini. È conosciuto come “Statua del Principe ellenistico”.

Vigoroso e robusto, il personaggio maschile è ritratto in nudità eroica... tradizionalmente identificato… in un generale romano vittorioso…

Assomiglia a Libero Ditone? Boh! Ditelo voi.

ricevuto venerdì 7 gennaio 2022
direttore responsabile Fabio Bonacina

Tante, veramente tante le notizie e segnalazioni e la scelta del Ditone questa volta è stata difficile.

Roma capitale, gli “Atti del convegno romano”, voluto dall’Associazione filatelica numismatica italiana “Alberto Diena” e svoltosi a Roma il 13 e il 14 novembre 2021, 136 pagine per chi avesse perso l’iniziativa o volesse approfondire quello che accadde prima e dopo Porta Pia.

Il nuovo bel foglietto da 2,10 euro dell’Austria raffigurante una carrozza postale.
“In passato, viaggiare non costituiva un’impresa piacevole….” Mi viene in mente il bel libro di Francesco Dal Negro “Le Alpi e le vie della Posta”.

A Lugo. Donato l’archivio di Luigi Capucci
I nipoti dell’esploratore, attivo in Africa tra la fine del XIX e i primi decenni del XX secolo, hanno consegnato il materiale alla biblioteca “Fabrizio Trisi” di Lugo (Ravenna). Racconta l’avventurosa vita di un uomo che partì dalla cittadina romagnola per l’Etiopia e riuscì ad affermarsi alla corte dell’imperatore Menelik. Vi sono lettere in italiano, amarico e francese, cartoline postali, biglietti, telegrammi, fotografie, disegni, documenti di viaggio…

Il visionario che scoprì Troia
Fu Heinrich Schliemann. L’ha ricordato la Germania a due secoli dalla nascita con un bel francobollo. La sua storia e le sue scoperte affascinarono anche un ragazzino che nel Natale 1959 si fece regalare Civiltà al sole di C.W.Ceram, un libro che risultò fondamentale per alimentare la sua passione per l’archeologia.

Calendari postali
I lunari d’epoca realizzati dai portalettere. Fornivano informazioni sui servizi e sulle tariffe postali, ma non solo: feste mobili, eclissi di sole, fasi astronomiche della luna… Li potete ammirare nella bella edizione delle poste del 1988 100 anni di auguri alla quale Beppe Ermentini mi aggiunse “…e se non ti bastano facciamo anche di più”.

Dazio, iva, oneri e spese di sdoganamento
”Occhio ai francobolli, considerati da collezione” Difficile capire i meccanismi. Altre complicazioni. Occorre informarsi. Provate a consultare le tabelle realizzate da Poste italiane. Poi, se le capirete, le spiegherete anche a me.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 942 del 22 gennaio 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Segnalo in questo numero, ma ce ne sono stati tanti in precedenza e ce ne saranno molti altri nei prossimi, esempi di lettere o cartoline di combattenti della 1ª e della 2ª Guerra mondiale. Questa volta sono presentate da Enrico Bettazzi, Gustavo Cavallini, Samuel Rimoldi. Documenti spesso di minimo valore venale, ma di grande valore umano. Leggeteli! Vi faranno pensare.

Il canale di Panama: un documento postale che riscrive la storia di Lorenzo Oliveri
Un pezzo eccezionale, anche troppo.

VENEZIA, il contagio, la contumacia, la disinfezione, i lazzaretti... (storia postale della sanità dal XVI al XIX secolo) di Franco Rigo
Un regalo natalizio del Grande Franco per tutti noi.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 943 del 28 gennaio 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Dove ho scelto

Biografia di un collezionista di Maurizio Zuppello (dal Bollettino ASP - FVG n. 19)
È sempre interessante conoscere perché e come un collezionista…. Può servire a capirci meglio.

PUBBLICO E PRIVATO Alleati per la tutela del patrimonio storico postale
È l’annuncio dell'incontro nazionale di storia postale che si è poi tenuto a Roma in una sala del Senato. Non mancate di seguirlo perché è importante. E lo sottolineo.

 

n. 156, febbraio 2021

Segnalo e commento solo ora, quasi ad un anno di distanza, questo numero dell’AICPM semplicemente perché l’ho ricevuto solo in questi giorni (e per questo ringrazio il presidente Piero Macrelli per avermene inviato una seconda copia). Fra i diversi, “buoni” articoli vi evidenzio

Trentino Alto Adige. La posta militare in epoca napoleonica di Federico Borromeo D’Adda
Dodici fitte pagine ben documentate e illustrate che chiariscono gli avvenimenti storici che rendono molto confuso il periodo dal 1796 al 1813 caratterizzato da tanti “avanti e indietro” che videro in queste zone del nord Italia muoversi soldati francesi, austriaci, slavi, tedeschi, bavaresi, svizzeri, russi, di mezza Europa insomma, oltre naturalmente a italiani e locali. E sono anche elencate le 32 lettere note all’Autore che non si è certo limitato alle sue, ma ha scandagliato i vari archivi e attende che qualcuno gliene presenti o segnali altre.

n. 158, ottobre 2021

Numero arrivatomi “regolarmente” in dicembre. E questa volta Libero Ditone lascia a voi scegliere tra gli scritti di Piero Macrelli, Valter Astolfi, Maria Marchetti, Giancarlo Vecchi, Bruno Crevato-Selvaggi, Roberto Zaramella. Scritti e scrittori tutti interessanti!

 

n. 120 gennaio 2022

Differenti e molto vari i temi dei tanti articoli di questo numero di inizio anno

Ieri. Oggi. E domani? di Andrea Marnati
Cosa ci porterà il nuovo anno?

Il tuo nome è anche un ufficio? di Riccardo Bodo
Un giochino che possiamo far tutti.

Gli albori del francobollo di Emilio Simonazzi
E del loro collezionismo. Si iniziò anche nelle librerie e cartolerie

E naturalmente Un mondo di novità. I Paesi europei. Tutti gli altri paesi.
Non solo Francobolli, ma anche Monete. Un grande servizio, anche ben illustrato.

 

volume 24, novembre 2021

Tante, e importanti, le informazioni e le notizie che potrete trovare con una attenta lettura.
Provate ad esempio con

La Profana Commedia della filatelia di Franco Filanci
Ma è una commedia? Forse no se quella mano che mostra un francobollo diventa una colomba con una spiga di grano nel becco.

I Francobolli degli Editori e dei Librai di Valter Astolfi
Un capitolo trascurato, forse perché non è facile trovare questi invii e poi inserirli in un album (di solito non hanno un formato regolare o contenuto), ma forse per questo sono più stimolanti.

La Collezione di Mario Rigoni Stern di Danilo Bogoni
È stata donata al Comune di Asiago ed è a disposizione di tutti. E Il sergente nella neve, a cento anni dalla nascita può continuare a vivere nel suo Altopiano.
Grazie Danilo! anche per la dedica a Maurizio Stella.

Storia postale in rosso di Paolo Padova
È quella dei “francobolli” stampati con le affrancatrici meccaniche. E quella delle “rosse” è vera, genuina Storia Postale. È per tutti, costa poco o nulla ed è affascinante!

 

n. 28 novembre 2021

La rivista dell’AISP Associazione Italiana di Storia Postale è, come al solito, ricca di interessanti articoli, fra i quali vi evidenzio

Pietro Giribone, La posta dei corsari del mar Ligure (1793-1814). Un argomento inedito

Gian Pietro Chiaro, La posta racconta la storia. La Brigata Estense.
Lettere, francobolli, tariffe, ma anche testi. Bibliografia e sitografia. E ti vien voglia di leggere e di sapere di quei soldati modenesi che dopo il 1859…

José Antonio Herráiz, Quando la tariffa non è chiara…i problemi aumentano. Tratta delle tariffe spagnole, della fine del Settecento e mostra tabelle e lettere, spiegandole. Parrebbe un argomento a noi estraneo e lontano, ma certe affermazioni di Herráiz come “…le amministrazioni sono “testarde” e non è facile per loro riconoscere un errore” ci accumunano. E guardare in casa degli altri può servirci.

Massimo Mattioli, 1919-1921 Gli “anni bianchi” di Costantinopoli tra storia e posta: l’esodo russo dalla Crimea, i campi profughi, la posta dei rifugiati. (prima parte)
Argomento difficile e complesso, ben inquadrato storicamente e documentato postalmente con presentazione e spiegazione di numerose lettere e cartoline, anche degli Italiani presenti allora in quella zona. Ci fa meglio comprendere certi avvenimenti tragici della rivoluzione russa al tempo del dottor Zivago. Desiderosi, rimaniamo in attesa di leggere la seconda parte.

A questo numero di CURSORES era allegato

Le carte punteggiate ad uso dei ciechi di Marco Occhipinti
Quaderno AISP n° 2, in A5, 64 pagine, stampa CPZ spa, ottobre 2021

L’AISP Associazione Italiana di Storia Postale prosegue la nuova collana periodica “I quaderni dell’AISP” e lo fa presentando “un argomento sì specialistico ma di grande interesse dal punto di vista collezionistico”. “Marco Occhipinti …con la consultazione di decreti, circolari, comunicati, bollettini …ha saputo fornirci - una trattazione (si spera!) definitiva-“ come ha messo anche in sottotitolo. Affermazione forse azzardata, ma avvalendosi di una collezione specializzata sull’argomento Occhipinti ha potuto esemplificare ogni passaggio normativo rendendo chiare le diverse situazioni postali.

 

N. 13 n. s. (42 v. s.), agosto 2021

Con l’Editoriale del presidente Bruno Crevato-Selvaggi e

La posta rurale nella provincia di Venezia di Bruno Crevato-Selvaggi
Seconda parte della presentazione della ricerca dello studioso Vito De Lapa.

Gli scritti filatelici di Rodolfo Renier di Francesco Giuliani
Un importante esponente della “scuola storica” della letteratura italiana che colse l’importanza anche culturale della filatelia.

L’Archivio Paolo Vollmeier. L’inventario della quarta serie di Adele Manzoni
Adele è arrivata alla “Busta n.100”. In questa puntata i bolli del Lombardo Veneto dalla lettera A alla Z e quelli di Milano. E il lavoro prosegue…

Fra le Recensioni e segnalazioni bibliografiche di Bruno Crevato-Selvaggi segnalo
La penna in mano. Per una storia della cultura manoscritta in età moderna di Francesco Ascoli

“Poi che non vi posso vedere, faremo con lettera”. Epistole di ser Lapo Mazzei a Francesco Datini (1390-1410) a cura di Gloria Camesasca
Un volume nel solco degli studi datiniani.

I Tassis di Venezia di Gianfranco Rocculi
Saggio sul ramo della famiglia Tasso a Venezia dal 1400 al 1800.

Fra il Notiziario dell’Istituto di studi storici postali
segnalo
Presentazione via Zoom dell’Archivio iconografico. A disposizione di tutti sono già duemila le foto presenti, classificate e descritte, di eventi, situazioni, persone riguardanti soggetti filatelici o postali. Altre duemila stanno per essere inserite e… si aspettano le vostre.

Le Donazioni all’Istituto di
Giovanna Bosio, vedova di Michele Covino
Gruppo Filatelico di Cesano Boscone.
Luigi Ruggero Cataldi
Augusto Ferrara
Giancarlo Morolli
Claudio Baccarin
Beniamino Bordoni
Alberto Cavalieri
Giancarlo Rota
Valeria Vaccari
Roberto Breschi
e alcuni anonimi


n. 34, novembre 2021 - Rivista dell'A.S.Po.T.

Una curiosa copertina con uno “strano” francobollo toscano e diverse buone proposte fra le quali

Fabrizio Finetti, La posta a Montalcino prima del Brunello. Storie di vini, distribuzioni e francobolli ai tempi del Granduca.

Dino Pelagotti, Abram Verona. Analisi del carteggio d’affari toscano.

Alberto Càroli, L’ambulante Firenze-Ala: cronaca di un’ispezione.

E non dimentichiamo Alessandro Papanti “Premio Pantani 2021”.

Anonymous

Assomiglia a Libero Ditone? Boh! Ditelo voi.

Anonymous: Preferisco non dirtelo:

 

 

 

 

OMO II - anno VIII
Dei Ditoni ne puoi trovare dappertutto, come questo che Billy White ha notato alle Meteore, una regione al nord della Grecia che ha visitato in buona compagnia in occasione della manifestazione filatelica NOTOS 2021. Anche voi potete vedere in giro dei Ditoni. Fotografateli, scansionateli ed inviatemi i più curiosi. Liberatevi! Magari anche commentandoli scrivendo perché hanno attratto la vostra attenzione.

 

n. 1084 - dicembre 2021 - febbraio 2022

Cosa riserva l’album 2022 di Margherita Criscuolo
Il Direttore Responsabile de Il Collezionista cerca di anticiparci le nuove emissioni italiane con diversi ripetizioni, qualche ottantesimo o centosessantesimo, tanto per raddoppiare. Per ora, ma quando mi leggerete sarà già passato, niente per il centenario di Gastone Rizzo, il “maestro dei francobolli”. Ma quelli del Mise, Consulta, Commissione, il Vice ministro non l’hanno conosciuto e nemmeno sanno quello che ha fatto per la Filatelia.

Mercato/ Aste nel mondo e Aste Bolaffi da record di Alberto Ponti
Sì! Bene le grandi collezioni ed i pezzi famosi, ma le nostre piccole cose?

E spuntano 22 buste Gronchi di Danilo Bogoni
Non in un prato per la pioggia o l’aumento della temperatura globale. Ma al Museo storico della Comunicazione per merito di Gilda Gallerati. Grazie! Speriamo che la brava Gilda possa continuare a cercare e a trovare. Poi Danilo, da buon veneto, che avrà sentito parlare del famoso archeologo giapponese Kiruma Kata Osi, ci racconterà.

Beniamino Bordoni, il presidente dei giornalisti filatelici di Lilla Paolino
Una lunga intervista che è bene leggere. Non solo per sapere.

Prodotti a denominazione protetta
Sono i 15 mostrati nei 100.000 foglietti di francobolli da € 0,25 che servono ad affrancare…ditemelo voi cosa.
PS
21 gennaio 2022. Nel “Bollettino illustrativo” ricevuto oggi leggo “…tariffa € 0,25” e “…indicazione tariffaria “€ 0,25”.
Se, per cortesia, qualcuno mi dice cosa potrei spedire (o fare) con quella tariffa…Grazie!

dizionario
A cura dell’Accademia italiana di filatelia e storia postale
Ogni tanto, e non solo per riempire una pagina, qualche “pillola di sapere” fa bene.

Cosa fanno “quelli” dell’Afi di Giulia Ortis
A Roma, con la presidenza di Angelo Piermattei e un Gruppo affiatato del quale, non posso dimenticare, fa parte un “ragazzo di 100 anni” sempre sorridente: Fulvio Zois. Ha vissuto quasi tutta la storia dell’AFI, nata nel 1914, e conta di portarla ancora avanti. Grazie Fulvio!

The journal of European Philately II serie n. 39 luglio 2021 info@fepanews.com

Molto interessante questo numero presentato ufficialmente alla manifestazione NOTOS di fine novembre 2021 ad Atene. Contenuti (in inglese) importanti che vanno dalle News from FEPA e News from the Members alle Youth Activities e Exhibiting- News and Views. Nelle esposizioni da segnalare le prove ed i sondaggi fatti internazionalmente per esposizioni da 2 o 3 quadri (da 16 fogli) con le considerazioni di Giancarlo Morolli e i commenti di Luca Lavagnino, con l’intervento di Aniello Veneri, sull’esposizione virtuale Phil-Italia 4.0 tenutasi in maggio 2021. Valeriano Genovese scrive del Premio Augusto Massari mostrandoci una foto del 1958 con un sorridente Giancarlo Morolli allora già in prima fila e Alessandro Pierotti, presidente di EuroScout riprogramma per settembre 2022 l’incontro da tenersi a Comacchio, vicino a dove il Po sbocca in Adriatico. Poi le novità della British Library di Londra e del General Archive of the Indies di Siviglia. E non perdetevi di vedere come poter partecipare a The Museum of Philately. Seguono le Novità nel campo della Ricerca e l’angolo della Letteratura con diverse pubblicazioni italiane, come 1867-1870 Da Mentana a Porta Pia dell’AISP, Il Novellario di Franco Filanci, per questo numero 6 con Luigi Ruggero Cataldi, La storia postale della Toscana 1851-1862 di Vittorio Morani e Mario Mentaschi, Scrivere di francobolli di Beniamino Bordoni, The Post Horn magazine pubblicato da Claudio Ernesto Manzati. Non mancano naturalmente gli articoli a carattere internazionale e il calendario delle prossime manifestazioni FEPA.

n. 100 ottobre 2021

Un numero veramente speciale questo dell’Associazione Italiana Collezionisti di Affrancature Meccaniche, non solo per le pagine, 124, ma per i contenuti che iniziano con

L’editoriale Abbiamo fatto 100 del presidente Paolo Padova che traccia una breve storia dell’Associazione dalla sua nascita nel 1982 e delinea i programmi per festeggiare i 40 anni in questo 2022.
Una trentina i soci che hanno dato la loro fattiva collaborazione offrendo articoli che consentono di presentare un quadro quanto mai vario e vivace delle “rosse” in Italia e nel mondo. Perché scegliere chi indicarvi? Ditone in questo caso lascia ciascuno di voi Libero di cercare l’argomento che più lo attrae e seduce e che certamente troverà. Quindi cercate! Io ho trovato.

n. 119 dicembre 2021

In copertina un telegramma natalizio per segnalare

Tanti auguri telegrafici
di Enrico Bertazzoli e Clemente Fedele
Dove Enrico pesca da una delle tante sue collezioni una serie di telegrammi che noi (degli anta) abituati ai banali, incolori e insipidi delle nostre Poste nemmeno potevamo immaginare. Ma Enrico è anche quel “ragazzo de La Lettera” ed è capace di questo ed altro.

Gioco di squadra di Paolo Deambrosi
È quello che propone il Direttore. Giusto, bello e nobile! Ma in Filatelia e Storia Postale quanto mai difficile perché i “giocatori” sono degli individualisti e non passano la palla. Tanti sanno di Rivera, Riva, Rossi, Ronaldo, Ibra…, ma quanti ricordano i Lodetti, i Tarabbia o i Cancian? Eppure erano loro che reggevano e facevano girare la squadra. In ogni caso, avanti! Giochiamo!

Lettere e cartoline di uno storico Sergente di Danilo Bogoni
Il Sergente, che Danilo scrive con la S maiuscola è Mario Rigoni Stern e Libero Ditone lo ringrazia ancora una volta per averci mostrato quei documenti così vivi ed espressivi. Specialmente quella cartolina con l’angolo strappato col francobollo. Gli ha ricordato che un bambino molto piccolo ha fatto la stessa cosa a certe buste dei suoi genitori. Ma poi ha capito e quelle buste strappate ora le conserva fra le cose più care.

n. 66 - novembre 2021

Tante pagine, tanti articoli e appunti, tanti spunti, tanti buoni autori e collaboratori italiani e stranieri. La scelta dipende da quello che cercate, collezionate, studiate. Quindi Libero Ditone vi lascia liberi. Per scegliere bene però dovrete prima leggere.

 

n. 70 - dicembre 2021

Il notiziario del Circolo Filatelico Numismatico Cremasco www.cremafil.it presenta spesso interessanti articoli non solo a carattere locale. Come

La Mostra per i 160 anni dell’Unità d’Italia all’Ex Conventino di Lodi Vecchio (LO)
Colera a Crema nel 1867 di Gino Capellini
Interi postali. Un’emissione centenaria di Flavio Pini
Dove in otto pagine/videate viene ben presentata origine, vita e …miracoli di questi interi. E per chi vorrà saperne di più si invita e si indica di visionare nella sezione esposizioni e mostre nazionali del sito della Federazione la collezione Interi Postali con tassello pubblicitario 1919-1925 presentata alla mostra nazionale virtuale Milano 2021.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 936 ricevuto il 3 dicembre 2021
direttore responsabile Roberto Monticini

Bollettino Prefilatelico e Storico Postale n. 215 ottobre 2021
Prosegue la pubblicazione della rivista del compianto Adriano Cattani ad opera dell’Associazione per lo Studio della Storia postale che ha Presidente Giorgio Burzatta e vice Lorenzo Carra e tra i collaboratori Massimo Benetton della Tipografia BGM-Editrice Elzeviro Padova. Fra gli articoli di questo numero, vi segnalo

Non solo peste! di Giorgio Parodi
Serenissima Repubblica di Venezia. Le vie di comunicazione con il Levante di Giorgio Burzatta
Sigilli e misteri di Alberto Cavalieri
Un fatto del Risorgimento bellunese di Marco De Biasi.
Vengono annunciati nei prossimi numeri articoli anche di Thomas Mathà, Massimiliano Calvani, Luca Dermidoff, Vincenzo Portulano e di Adriano Cattani (trovati dalla moglie Lavinia nel computer).

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 937 ricevuto l'11 dicembre 2021
direttore responsabile Roberto Monticini

L’ASPOT Associazione per lo Studio della Storia Postale il 28 novembre 2021 è tornata a riunire i propri soci a San Miniato (PI). Sala piena (quasi 30 persone!) per ascoltare Vittorio Morani che ha presentato il suo libro sulla Toscana e fatto ammirare qualche pezzo della sua collezione Gran Premio Classe Campioni a Notos (Atene). Fabrizio Finetti ha poi illustrato la catalogazione dei bolli postali toscani e Alberto Càroli l’ultimo numero del Monitore, il semestrale dell’Associazione.

VI emissione d’Austria: affrancature in eccesso di Alessandro Piani (dal Bollettino ASP - FVG n. 16 dell’Associazione di Storia Postale del Friuli Venezia Giulia)
Piani prosegue con la “sua” Sesta d’Austria presentando esemplari curiosi e rari (non era facile allora che qualcuno pagasse in più).

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 938 ricevuto il 18 dicembre 2021
direttore responsabile Roberto Monticini

Lettere affidate ai viaggiatori di Thomas Mathà
Sapevamo che questa possibilità c’era, ma qui è spiegato perché e mostrata la differenza tra una lettera con lo stesso indirizzo affidata ad un viaggiatore ed una inviata per posta.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 940 ricevuto l'8 gennaio 2022
direttore responsabile Roberto Monticini

Le scelte e le indicazioni di Libero Ditone sono per questo numero de Il Postalista certe e perentorie. Non dovete assolutamente perdervi
l' Editoriale di Roberto Monticini ...Conoscere lo stato di salute della Filatelia... col quale Ditone è pienamente d’accordo.
Da consultare e meditare sono anche
Le statistiche de "il Postalista" dell’anno 2021 con le 30 rubriche più visitate. Una serie incredibile di dati ed informazioni che uscirà sì automaticamente, ma ci deve essere sempre qualcuno che prima imposta e costantemente segue (e sappiamo chi è).

PUBBLICO E PRIVATO Alleati per la tutela del patrimonio storico postale. E' il titolo dell'incontro nazionale di storia postale che si terrà con il Patrocinio della Federazione tra le Società Filateliche Italiane e l'Istituto di Studi Storico Postali "Aldo Cecchi" a Roma il 28 gennaio 2022 in una sala del Senato per chiarire una volta per tutte quali sono le lettere e i documenti che i collezionisti possono legalmente e tranquillamente detenere senza incappare in denunce e processi che solo dopo anni si risolvono con l'archiviazione o la piena assoluzione. Anche se per il covid la partecipazione del pubblico sarà limitata sarà possibile (e molto utile a tutti!) seguire l'evento in diretta streaming.

E infine, se vi resta un po’ di tempo e voglia, date un’occhiata al FREE INDICATOR e seguite quello che suggerisce Libero Ditone “la miglior guida alla lettura degli articoli in carta e sul web” (così scrive qualcuno)

 

Anonymous

Raccolgo l'invito di Libero Ditone per segnalare un Ditone che mi ha veramente colpito. Era una bella notte autunnale, il cielo era terso, ed ecco apparirmi la favolosa "Cometa del Ditone".

Dicono che appaia ogni 5.000 anni. Una bella fortuna averla vista e portela segnalare in questa bella rubrica!!!!

 

 

OMO I - anno VIII
Visto che siamo in clima natalizio … un bel Ditone dell’Arcangelo Gabriele. È quello dipinto nel 1700 da José Camarón Bononat che è attualmente alla Academia de San Carlos di Valencia.

Con tanti AUGURI a Tutti dal vostro Ditone Libero.

ricevuto venerdì 5 novembre 2021
direttore responsabile Fabio Bonacina

<Le missive degli uomini che …finirono a combattere…contenute nel libro “Così scrivevano - Lettere di militari nella Prima guerra mondiale”> . Corrispondenze raccolte da Giulio Giordano e Rebecca Sansoé che raccolgono numerose testimonianze di militari provenienti dal Piemonte rurale e alpino durante la Prima guerra Mondiale.

<La cassetta postale inagibile di Almé (Bergamo) ….e il postamat vandalizzato nella vicina Almenno San Salvatore>.
Attenti Poste e malfattori! Lì c’è qualcuno che vi controlla.

<L’archivio di Mario Rigoni Stern donato al comune di Asiago (Vicenza)… una scelta del materiale è stata riprodotta e mostrata in municipio. Tra i reperti postali…>

Mario Rigoni Stern, ricordato con un francobollo nel centenario della nascita è stato anche tra i membri della giuria al Premio internazionale Asiago d’arte filatelica. E Mario, come voleva essere chiamato da tutti, scriveva in guerra, in Russia, che <… l’unica cosa che ci collegava con l’Italia, con i nostri, con la morosa, con gli affetti, con la vita tout-court era la posta> e in Comune viene mostrata <quella cassettina di noce che doveva servire proprio per tenere le cose più personali e necessarie ….tra queste in primo luogo l’occorrente per la corrispondenza> .

Grazie Mario per quanto hai fatto e scritto e per quanto ci hai dato e lasciato.

ricevuto venerdì 13 novembre 2021
direttore responsabile Fabio Bonacina

La Francia dedica dodici francobolli alle scatolette porta francobolli.
Le conoscete? Le prime apparvero nel 1840 nel Regno Unito, in ottone, argento, oro, cristallo, porcellana, bachelite, cartapesta, legno, a uno o più scomparti, con decorazioni... Attraenti e intriganti, da mettere in vetrina. Le potete vedere ed ammirare a Roma al Museo storico della comunicazione (quando aperto) oppure a casa di qualche filatelista. Scovatelo e fatelo uscire allo scoperto!

 

n. 100

Numero speciale di 124 pagine, quasi il doppio dell’ordinario. Un numero dorato quello dell’Associazione nazionale collezionisti di affrancature meccaniche. Merita un commento più ampio questo centesimo numero. Appena sarò riuscito a leggerlo e gustarlo.

Basta con l’inglese!
“Non è la prima… strigliata del genere nei confronti di Poste italiane, ma questa arriva addirittura dall’Accademia della Crusca. La nota riguarda l’abuso dell’idioma inglese”.
“Formule come “delivery standard”, “delivery express”, “delivery Europe”, “delivery globe”, “delivery international express”, “delivery web”….sicuramente non rendono l’offerta più chiara e non facilitano il contatto con il pubblico o. A buon intenditor…”


ricevuto venerdì 26 novembre 2021
direttore responsabile Fabio Bonacina

NOTOS ad Atene. A Vittorio Morani il Gran Premio Campioni.
Ma non era solo. Tanti gli Italiani che si son ben distinti. E non solo nei concorsi. Occorre prepararsi, impegnarsi, partecipare.

Lettere dei Paar in asta alla Corinphila.
In Svizzera. Dodici lettere di quei corrieri postali originari di Parre, un paese in provincia di Bergamo, che fecero carriera al servizio dell’Impero. Qualcuno le riporterà in Italia?

ricevuto venerdì 3 dicembre 2021
direttore responsabile Fabio Bonacina

Mendrisio - Il Museo della posta svizzera ha anche un catalogo che, oltre a raccontare la storia del servizio, valorizza quanto posseduto.
Lo sapremo fare anche noi?

Germania; quattro francobolli nella serie “Mondo delle lettere”.
Faremo vedere anche noi che le lettere, i biglietti di auguri, le cartoline ci sono ancora ed è bello riceverle? Occorre però che qualcuno ce le invii. E penso a Franco Rigo. È eccezzzzzzzzionale! Merita una pagina a parte.

 

CIFT - Notiziario Tematico n. 218 settembre-ottobre 2021

Dante 700 di Paolo Guglielminetti
Che segnala tutte le iniziative del CIFT e di altre associazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Sommo Poeta (non solo nazionale, ma mondiale – e non la pensa così solo Libero Ditone).

FARE TEMATICA di Paolo Guglielminetti
In questa puntata Gli annulli meccanici raccontano il boom economico. E le “targhette”, che gli specialisti chiamano “AM”, mostrano e attraggono un po’ tutti per la loro semplice e efficace pubblicità commerciale. Fatele vedere anche a chi non è collezionista! Come minimo ne resterà incuriosito e si meraviglierà che una volta, non tanto tempo fa…

 

n. 118 novembre 2021

In copertina tre “cavallini” per segnalare l’articolo

In filatelia non cambia molto di Francesco Giuliani
Che traendo spunto dalla lettura delle prime riviste filateliche italiane ( così ben presentate da Beniamino Bordoni nel suo libro Scrivere di francobolli) considera che la “timbrofilia” o “filotelia” non è in fin dei conti molto cambiata, a partire da quei così trascurati “cavallini” che, in un certo modo, anticiparono di più di vent’anni il famoso Penny Black.

Ora tocca a Bruno Crevato-Selvaggi di Paolo Deambrosi
L’intervista al neo Presidente della Federazione che non ha bisogno di presentarsi e ci mostra i suoi programmi che, oltre che per l’interno, intendono riportare la Filatelia italiana ai vertici internazionali. Da qui le attive presenze a Madrid, Parigi, Londra, Atene…

 

Mensile della Royal Philatelic Society London n. 1490 novembre 2021

Postal Rates in the Napoleonic Kingdom of Italy 1805-1814 di Marco Panza
Esposizione chiara e dettagliata, anche mostrando e descrivendo tante lettere, di un periodo complicato da sconvolgimenti e variazioni di situazioni. Con le tabelle indispensabili a comprendere le tariffe applicate. Anche questo serve a far capire che la filatelia e la storia postale italiana è ben viva.

Mensile della Royal Philatelic Society London n. 1491 dicembre 2021

Goodwill to (almost) All di Tony Bard
Dove l’Editore si lamenta e si dispera per un invio raccomandato andato (forse) perduto. Da questo capiamo che Royal Mail (e per quel che so anche le poste tedesche ed austriache) non sono meglio di quelle italiane. E allora? … mezzo gaudio? No! Non mi rassegno!

The Death of the Postal Stationery Post Card di David R Beech
David, un MBE, ritorna sul tema dell’acidità della carta, specialmente quella di tempo bellico o post bellico, che col tempo si degrada e richiede quindi che cartoline postali, ma anche lettere, francobolli, libri vengano adeguatamente conservati. Ma, aggiungo, anche scansionati e in diverse copie da tenere il luoghi diversi. Ditone, come tanti, è sempre alla ricerca dell’eternità, però sa che le sue the Postal Stationery Post Card dureranno più di lui.

Palmares for Tomorrow’s Royal di Peter Cockburn
Il Presidente della Royal ringrazia, assegnando loro come delle medaglie, ed elenca i maggiori donatori che hanno contribuito ad acquistare la nuova sede. Nel lungo elenco anche degli Italiani: Paolo Bianchi, Claudio Manzati, Alessandro Agostosi. Ma ce ne sono stati anche diversi altri, oltre a qualcuno che ha preferito l’anonimato. Cose che succedono solo per la Royal? Non credo e spero di non dover ammettere che mi ero illuso.

 

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 931 ricevuto il 30 ottobre 2021
direttore responsabile Roberto Monticini

Mario Rigoni Stern: "...ho disegnato francobolli su buste di fortuna". A lui sarà dedicato un francobollo il 1° novembre di Danilo Bogoni
<Lo sapevate che Mario Rigoni Stern, il più grande scrittore italiano di montagna d’ogni tempo, disegnò dei suoi “francobolli”?> Alpino in Albania e in Russia, Sergente nella neve…. E il 1° novembre nella Sua Asiago a timbrare il Suo francobollo c’era Sua sorella, i Suoi figli… Grazie, Danilo! Grazie!

Campi di internamento civile, libero e domicilio coatto di Roberto Monticini
Con la mappa dei campi e delle località d’internamento libero in provincia di Arezzo. E ce ne mostra l’organizzazione e anche la posta degli internati. Roberto lo fa per Arezzo. C’è qualcuno che lo fa per …..? Provateci!

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 933 ricevuto il 13 novembre 2021
direttore responsabile Roberto Monticini

Nozzano (Lucca): rinvenuto il bollo ottagonale della collettoria
La scoperta è di Daniele Focosi, attento cultore di tutto ciò che riguarda la Lucchesia. E voi non avete niente da segnalare a Il Postalista? Avanti! C’è posto per tutti!

Grotta Giusti di Enrico Bettazzi
Un posto strano, conosciuto e qui anche ben illustrato postalmente.

Peripezie di una lettera spedita da Trieste a Neuchatel di Alessandro Piani
Ripreso dal Bollettino ASP - FVG n. 14 (dei collezionisti della Venezia Giulia). Quando la collaborazione allarga conoscenze e sapere.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 934 ricevuto il 20 novembre 2021
direttore responsabile Roberto Monticini

Quello strano bollo T.P. di Thomas Mathà
Il noto esperto alla fine umilmente scrive: “Se qualcuno ha una soluzione migliore è benvenuta.” E voi non avete qualche T.P. da mostrargli?

VERSO LA VERA FILATELIA di Ercolano Gandini (Luciano per gli amici)
Un inserto ECONOMIA del Corriere della Sera con un articolo di Danilo Bogoni induce il Grande Luciano a considerazioni sulle attuali emissioni. Sono poche righe. Non perdetevele!

Anche il Regno di Sardegna ha il suo errore di colore di Lorenzo Oliveri
Non solo Modena, Roma, Napoli, Palermo, ma anche l’austera Torino. Questi francobolli hanno il bollo di Alessandria. Che siano una bizzarrìa?

Serie ordinaria "MICHETTI": francobolli, Interi, Perfin, Occupazioni, Colonie
Guardateli nel sito di Filatelia Specializzata di Gianluigi Roncetti.

Rivista on line di cultura filatelica e storico postale - n. 935 ricevuto il 27 novembre 2021
direttore responsabile Roberto Monticini

Risultati delle partecipazioni italiane all'esposizione filatelica europea Notos 2021. Il comunicato di Luca Lavagnino Commissario nazionale. È sempre bene informarsi. Quando poi sono buone notizie…

Tassate della VI emissione d'Austria di Alessandro Piani (dal Bollettino ASP - FVG n. 16 – dell’Associazione di Storia postale del Friuli Venezia Giulia)
La Sesta d’Austria è spesso interessante, specialmente quando viene tassata (e ben spiegata).

 

Anonymous

 

pagina iniziale le rubriche storia postale filatelia siti filatelici indice per autori