digressioni gastro - filateliche
a cura della
Brigata di Cucina del Postalista

canja de galinha
Guinea-Bissau, 10 aprile 2009, Yvert 2872
 
torna a

Filatelia Tematica



Derivato dal tamil kanji e arrivato in Europa tramite i mercanti portoghesi che ne avevano appreso l'uso dai cinesi, quello che è universalmente noto come congee è una sorta di densa zuppa ricavata dalla cottura (o meglio dalla "scottura") del riso.

Nella sua versione più nota, quella cinese, si presenta come una specie di crema bianca, translucida e leggermente gelatinosa, che viene condita con diversi ingredienti e consumata generalmente come prima colazione. Largamente diffuso in tutto l'Oriente, prevede diverse varianti locali nelle quali, oltre ai condimenti, cambiano anche i tempi (comunque lunghi) di cottura del riso, ottenendo così consistenze più o meno dense, ma sempre comunque "pappose".

La variante portoghese prende il nome di canja, e prevede tempi di preparazione decisamente più contenuti rispetto a quelli orientali, tali da rendere ancora riconoscibili, benché un po' "sfatti", i chicchi di riso. Altra caratteristica introdotta dai portoghesi è la cottura in brodo di gallina: di qui il nome di canja de galinha, piatto oggi diffuso in tutte le ex-colonie lusitane, dal Brasile all'Angola, da Cabo Verde a Macau. Ovviamente, ognuna di queste "patrie adottive" ha la "sua" canja, e capita anche, come ha fatto la Guinea-Bissau nel 2009, che le venga dedicato un francobollo.

Nello stato africano, la gallina, fatta a pezzi e talvolta macerata in succo di lime, viene fatta soffriggere in olio, cipolla, aglio e piri piri (una polvere ottenuta dai piccoli e piccantissimi peperoncini, noti anche sotto il nome di "diavolo africano"), per poi essere portata a lessatura in acqua salata. Tolti i pezzi di gallina, il brodo così ottenuto viene filtrato e usato per (s)cuocere il riso. Nel frattempo, si provvede a disossare e a sfilacciare la carne, che viene poi rimessa in pentola negli ultimi minuti di cottura.

Se la gallina conteneva uova immature, questo è anche il momento di aggiungerle alla nostra zuppa, che in questa versione viene considerata un ottimo ricostituente, nutriente e digeribile, per ammalati e puerpere.

Ultimo tocco, una generosa spruzzata di lime e qualche foglia di mentuccia per attenuare leggermente gli effetti del temibile piri piri...

...la canja de galinha, nata in Asia e approdata in Africa su navi in transito per l'Europa, è pronta.



  Kalduny  
  Ovoli  
  Caldeirada de polvo  
  Hwajeon  
  Dolcetto d'Alba  
  Cocomero  
  Dim sum  
  Bindaetteok  
  Tajine  
  Gingerbread  
  Fenkata  
  Feijoada brasileira  
  Gulai gajebo  
  Camembert  
  Acciughe alla povera  
  Pollo Kung Pao  
  Uskrsna pletenica  
  Escabeche  
  Cioccolato  
  Aceto balsamico  
  Dakos  
  Corn on the cob  
  Birra trappista  
  Quiche lorraine  
  Panzanella  
  Berlucchi  
  Nutella  
  Olio  
  Æbleflæsk  
  Mamaliga cu brânza  
  Oktoberfest  
  Chicharrón  
  Ajoblanco  
  Mozzarella di bufala  
  Moqueca  
  Ají de gallina  
  Lampreda  
  Kebab  
  Hot Dog  
  Poprtnik  
  Ayaka  
  Caldarroste  
  Semolino  
  Ihutilinanga  
  Palha de Abrantes  
  Pissaladiera  
  Parmigiano Reggiano  
  Hachis Parmentier  
  Mate  
  Torta pasqualina  
  Ris coj cossa  
  Trippa  
  Panettone  
  Parrillada criolla  
  Roquefort  
  Mežerli  
  Pozole  
  Ezogelin çorbasi  
  Pesto alla genovese  
  Canja de galinha  
  Paella  
  Bouillabaisse  
  Barbagiuans  
  Caviale  
  Gorgonzola  
  Paprikás  
  Sushi  
  Stucafisciu â brandacujun  
  Cassoulet  
  Couscous  
  Prosciutto  
  Risotto alla milanese  
  Fish chowder  
  Bacalhau assado  
  Spaghetti all'amatriciana  


...buon appetito...
torna a

Filatelia Tematica