digressioni gastro - filateliche
a cura della
Brigata di Cucina del Postalista

ostriche di montagna
Nuova Zelanda , 16 marzo 2004, Stanley Gibbons 2689
 
torna a

Filatelia Tematica



Ostriche di montagna… e chi non vorrebbe gustare almeno una volta nella vita il sapore delle ostriche di montagna?

Se poi l’assaggio avviene nel quadro di uno dei festival gastronomici più bizzarri del mondo, e questo festival gastronomico compie proprio quest’anno i 30 anni allora l’occasione diventa davvero (è proprio il caso di dirlo) una ghiotta occasione; e l’allegra Brigata di Cucina del Postalista non se l’è certo lasciata sfuggire.

Eccoci allora, in questa seconda settimana di marzo a Hokitika, sulle coste occidentali della Southern Island, la più selvaggia delle due isole che compongono la Nuova Zelanda per deliziarci con le specialità offerte negli stands dell’Hokitika Wildfood Festival… e già il nome ci fa capire che quello che andremo ad assaggiare sarà qualcosa di insolito, tale forse da sconcertare, prima ancora delle papille gustative, anche le idee di noi poveri visitatori europei.

Ecco dunque lo stand delle escargots, le grandi chiocciole grige della Nuova Zelanda… ma le escargots si mangiano anche in Francia; così come la coda e la testina di agnello alla brace si possono gustare un po’ dappertutto in Europa, anche se qui invece della griglia si usano gli hangi, buche scavate nella terra e rivestite di pietre roventi sulle quali cuoce, coperta da altre pietre arroventate, la carne.

E anche le animelle del maiale non sono poi insolite, soprattutto per chi ha avuto occasione di partecipare al “rito” dell’ammazzamento del maiale di famiglia nelle campagne toscane. Esattamente come le whitebait non risultano certo sconosciute a chi in Italia abbia assaggiato le frittelle di nannata (o di bianchetti, a seconda della regione).

E poi arrosto di possum, che da noi non c’è, ma in fin dei conti assomiglia molto alla lepre, maiale selvatico (cinghiale?) e altra selvaggina più o meno simile alla nostra.

Quello che invece da noi, almeno per ora, non è possibile trovare in nessun tipo di sagra paesana sono gli huhu grubs, le grosse larve biancastre di un grosso coleottero che, arrostite in un hangi, hanno un ottimo sapore… basta non pensare a cosa si sta mangiando. E insieme agli huhu grubs, anche altri vermi sulla cui origine non abbiamo ritenuto opportuno indagare oltre.

E poi crostacei e molluschi di varie fogge e dimensioni, alcuni simili alle capesante, altri alle cozze; i pipi, simili a grosse telline, e i paua, grosse conchiglie madreperlacee che possono anche produrre perle…

E per finire, visto che siamo in tema, le nostre ostriche di montagna… che ostriche non sono, perché ci vuol poco a capire che allevare ostriche in montagna è abbastanza difficile; e infatti quello che ci viene servito è un bello spiedino composto dai due testicoli di un agnello: davvero buono.

Un’esperienza per certi versi sconcertante, ma in grado di soddisfare sia la fame che la curiosità, resa ancor più piacevole dalla cordialità straripante dei kiwis e dai fiumi di birra che accompagnano le portate… un’esperienza senz’altro da ripetere.

 



  Bacalà alla vicentina  
  Satay  
  Tufèja  
  Locro  
  Tamales  
  Ostriche di montagna  
  Kaq'ik  
  Speck  
  Plov  
  Gaufre  
  Bean crock  
  Bougna  
  Guacamole  
  Prosecco  
  Shinseollo  
  Oscypek  
  Lapis palaro  
  Stobhach gaelach  
  Bortsch  
  Dolma  
  Judd mat gaardebounen  
  Kalduny  
  Ovoli  
  Caldeirada de polvo  
  Hwajeon  
  Dolcetto d'Alba  
  Cocomero  
  Dim sum  
  Bindaetteok  
  Tajine  
  Gingerbread  
  Fenkata  
  Feijoada brasileira  
  Gulai gajebo  
  Camembert  
  Acciughe alla povera  
  Pollo Kung Pao  
  Uskrsna pletenica  
  Escabeche  
  Cioccolato  
  Aceto balsamico  
  Dakos  
  Corn on the cob  
  Birra trappista  
  Quiche lorraine  
  Panzanella  
  Berlucchi  
  Nutella  
  Olio  
  Æbleflæsk  
  Mamaliga cu brânza  
  Oktoberfest  
  Chicharrón  
  Ajoblanco  
  Mozzarella di bufala  
  Moqueca  
  Ají de gallina  
  Lampreda  
  Kebab  
  Hot Dog  
  Poprtnik  
  Ayaka  
  Caldarroste  
  Semolino  
  Ihutilinanga  
  Palha de Abrantes  
  Pissaladiera  
  Parmigiano Reggiano  
  Hachis Parmentier  
  Mate  
  Torta pasqualina  
  Ris coj cossa  
  Trippa  
  Panettone  
  Parrillada criolla  
  Roquefort  
  Mežerli  
  Pozole  
  Ezogelin çorbasi  
  Pesto alla genovese  
  Canja de galinha  
  Paella  
  Bouillabaisse  
  Barbagiuans  
  Caviale  
  Gorgonzola  
  Paprikás  
  Sushi  
  Stucafisciu â brandacujun  
  Cassoulet  
  Couscous  
  Prosciutto  
  Risotto alla milanese  
  Fish chowder  
  Bacalhau assado  
  Spaghetti all'amatriciana  


...buon appetito...
torna a

Filatelia Tematica