digressioni gastro - filateliche
a cura della
Brigata di Cucina del Postalista

paprikás
Ungheria, 9 maggio 2005, Yvert BF 284
 
torna a

Filatelia Tematica



Chi dice paprika, si sa, dice Ungheria. Pochi tuttavia sanno che questa polvere rossa, ricavata dalla macinazione di diversi tipi di peperone, è in realtà retaggio di un periodo storico non esattamente esaltante per la nazione magiara: quello susseguente alla sconfitta di Mohács (1526), che diede inizio alla dominazione ottomana, destinata a durare, tra fasi alterne, fino al '600.

Narra infatti la leggenda che il segreto della coltivazione del peperone sia stato carpito da una giovane contadina ungherese che, arruolata a forza nell'harem del pascià turco di Buda, aveva spiato a lungo nei giardini del palazzo ove era tenuta prigioniera le tecniche di coltivazione della solanacea, fino ad allora sconosciuta in Europa.

Dopo la cacciata dell'invasore turco, la donna sarebbe tornata al suo paese (Szeged, nel sud dell'Ungheria), insegnando ai suoi compaesani i segreti appresi e dando così inizio alla tradizone magiara della paprika. E c'è anche chi addirittura si spinge a ipotizzare una data (di quale anno?) per questo rientro a casa, ed esattamente l'8 settembre, giorno in cui si tiene nelle campagne una vera e propria festa della paprika.

Vero o no, la paprika resta tuttavia uno dei pilastri, senz'altro il più conosciuto all'estero, della gastronomia locale, ed è presente in tutti i piatti ungheresi più noti: dalla gulyasleves (che è il vero gulasch) al pörkölt (che noi chiamiamo gulasch), dalla halászlé (una zuppa di pesce) al csirkepaprikás...

A quest'ultima specialità, le poste ungheresi hanno dedicato nel 2005 (per la serie europea intitolata alla gastronomia) il nostro francobollo, emesso il 9 maggio 2005, facente parte di un foglietto di 132x70 mm, impaginato in modo da sembrare una tavola apparecchiata, con tanto di bouquet floreale al centro.

Il csirkepaprikás è un piatto di pollo (csirke) fatto rosolare in un intingolo a base di paprika e cipolle, e portato a cottura lentamente con l'aggiunta di panna acida, fino a che non diventa tenerissimo. Poiché la paprika, contrariamente a quanto si crede fuori dall'Ungheria, non è esageratamente piccante e ha un retrogusto leggermente amarognolo e discretamente aromatico, il nostro csirkepaprikás è una specialità delicata e in grado di accontentare anche i palati più fini.

Particolare curioso, il csirkepaprikás viene quasi sempre servito con l'accompagnamento dei cosiddetti nokedli, una sorta di piccoli gnocchetti di pasta all'uovo che altro non sono che la versione ungherese degli spätzle, largamente diffusi in tutti i territori (tra cui il nostro Alto Adige) appartenenti all'Impero Austriaco, del quale l'Ungheria entrò a far parte subito dopo la liberazione dalla dominazione ottomana.

Un piatto, dunque, che racchiude nell'accostamento dei suoi sapori ben due capitoli della storia magiara... tanto da meritare, appunto, un'emissione filatelica.



  Kalduny  
  Ovoli  
  Caldeirada de polvo  
  Hwajeon  
  Dolcetto d'Alba  
  Cocomero  
  Dim sum  
  Bindaetteok  
  Tajine  
  Gingerbread  
  Fenkata  
  Feijoada brasileira  
  Gulai gajebo  
  Camembert  
  Acciughe alla povera  
  Pollo Kung Pao  
  Uskrsna pletenica  
  Escabeche  
  Cioccolato  
  Aceto balsamico  
  Dakos  
  Corn on the cob  
  Birra trappista  
  Quiche lorraine  
  Panzanella  
  Berlucchi  
  Nutella  
  Olio  
  Æbleflæsk  
  Mamaliga cu brânza  
  Oktoberfest  
  Chicharrón  
  Ajoblanco  
  Mozzarella di bufala  
  Moqueca  
  Ají de gallina  
  Lampreda  
  Kebab  
  Hot Dog  
  Poprtnik  
  Ayaka  
  Caldarroste  
  Semolino  
  Ihutilinanga  
  Palha de Abrantes  
  Pissaladiera  
  Parmigiano Reggiano  
  Hachis Parmentier  
  Mate  
  Torta pasqualina  
  Ris coj cossa  
  Trippa  
  Panettone  
  Parrillada criolla  
  Roquefort  
  Mežerli  
  Pozole  
  Ezogelin çorbasi  
  Pesto alla genovese  
  Canja de galinha  
  Paella  
  Bouillabaisse  
  Barbagiuans  
  Caviale  
  Gorgonzola  
  Paprikás  
  Sushi  
  Stucafisciu â brandacujun  
  Cassoulet  
  Couscous  
  Prosciutto  
  Risotto alla milanese  
  Fish chowder  
  Bacalhau assado  
  Spaghetti all'amatriciana  


...buon appetito...
torna a

Filatelia Tematica