digressioni gastro - filateliche
a cura della
Brigata di Cucina del Postalista

ezogelin Çorbasi
Turchia, 23 marzo 1994, Yvert 2761
 
torna a

Filatelia Tematica



Davvero curiosa la storia di questa densa e saporitissima zuppa (çorbasi) che l'allegra brigata di cucina del Postalista è andata a scovare, approfittando delle ferie estive, in Turchia.

Servita in tutti i chioschi che vendono kebap, trae il suo nome da quello di una giovanetta di rara bellezza originaria della città di Gaziantep, situata nel sud-est della Turchia, e annoverata tra le città più antiche della storia.

Alla lettera, il nome Ezogelin significa "la sposina Ezo"... e la protagonista della nostra storia è appunto Ezo, talmente bella che i suoi genitori la vedevano senz'altro destinata a un ottimo matrimonio. Desiderata da tutti i ricchi mercanti che transitavano in città, Ezo andò invece in sposa, come spesso succede, a un marito crudele e tirannico che era in realtà innamorato di un'altra donna, e dal quale presto divorziò.

Il suo secondo matrimonio la condusse in Siria, dove finì con l'essere tiranneggiata (ancora una volta) da una perfida suocera e dove, malata di nostalgia per la sua patria turca, morì in età ancor giovane.

Prima di morire ebbe tuttavia il tempo di legare il suo nome a una zuppa a base di lenticchie rosse, spezie (tra cui predomina il peperoncino) e bulgur (una particolare lavorazione dei germi di grano duro ampiamente usata nelle cucine medio orientali): è la nostra Ezogelin Çorbasi, molto somigliante alla Daal Shorba indiana.

Una leggenda suggestiva, che sembra arrivare fino a noi da tempi remoti, e che invece è nata nei primi decenni del 1900. Prima di allora infatti la Turchia, o per meglio dire, l'Impero Ottomano, non era terra di emigrazione, ma di immigrazione: genti di tutte le razze, dai bosniaci ai siriani, dagli egiziani ai circassi, dai greci ai nubiani, vedevano in Istanbul e nella magnifica corte imperiale dei suoi sultani il centro del loro mondo, e verso quel centro convergevano dai quattro angoli dell'impero.

La crescente corruzione (e la sciagurata scelta degli alleati durante la prima guerra mondiale) condusse al rapido declino della potenza imperiale ottomana, e nei primi anni del XX secolo la Turchia era ormai relegata ad un ruolo di secondo piano: una terra dalla quale fuggire in cerca di miglior fortuna.

In questo quadro la sfortunata Ezo, esule per matrimonio in Siria, diviene quasi l'eroina di un'epopea al contrario, e come tale è ancor oggi, in un certo senso, celebrata in tutte le trattorie della Turchia.

Celebrazione alla quale si sono associate anche le Poste Turche, che hanno voluto inserire la sapida "zuppa della sposina Ezo" in una serie di quattro francobolli (gli altri raffigurano tre ghiottonerie ottomane come il kebap, le dolma e la sublime "delizia turca", la baklava) emessi il 23 marzo 1994.

A noi, che questa zuppa abbiamo assaggiato, rimane un dubbio: ma come si fa a maltrattare una donna bellissima e capace di presentare in tavola prelibatezze simili?



  Kalduny  
  Ovoli  
  Caldeirada de polvo  
  Hwajeon  
  Dolcetto d'Alba  
  Cocomero  
  Dim sum  
  Bindaetteok  
  Tajine  
  Gingerbread  
  Fenkata  
  Feijoada brasileira  
  Gulai gajebo  
  Camembert  
  Acciughe alla povera  
  Pollo Kung Pao  
  Uskrsna pletenica  
  Escabeche  
  Cioccolato  
  Aceto balsamico  
  Dakos  
  Corn on the cob  
  Birra trappista  
  Quiche lorraine  
  Panzanella  
  Berlucchi  
  Nutella  
  Olio  
  Æbleflæsk  
  Mamaliga cu brânza  
  Oktoberfest  
  Chicharrón  
  Ajoblanco  
  Mozzarella di bufala  
  Moqueca  
  Ají de gallina  
  Lampreda  
  Kebab  
  Hot Dog  
  Poprtnik  
  Ayaka  
  Caldarroste  
  Semolino  
  Ihutilinanga  
  Palha de Abrantes  
  Pissaladiera  
  Parmigiano Reggiano  
  Hachis Parmentier  
  Mate  
  Torta pasqualina  
  Ris coj cossa  
  Trippa  
  Panettone  
  Parrillada criolla  
  Roquefort  
  Mežerli  
  Pozole  
  Ezogelin çorbasi  
  Pesto alla genovese  
  Canja de galinha  
  Paella  
  Bouillabaisse  
  Barbagiuans  
  Caviale  
  Gorgonzola  
  Paprikás  
  Sushi  
  Stucafisciu â brandacujun  
  Cassoulet  
  Couscous  
  Prosciutto  
  Risotto alla milanese  
  Fish chowder  
  Bacalhau assado  
  Spaghetti all'amatriciana  


...buon appetito...
torna a

Filatelia Tematica